SHARE
Massimiliano Allegri, Juventus
Massimiliano Allegri, Juventus

allegri-internet festival

Trasferta ostica quella di Palermo per la Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri hanno la meglio sul Palermo dopo un primo tempo molto combattuto, solo nella seconda frazione la formazione di Ballardini ha lasciato il campo ai torinesi bravissimi a dilagare nel finale. L’ex tecnico del Milan è intervenuto in studio a Sky nel postpartita del match giocato contro la formazione rosanero.

ALLEGRI Queste le parole dell’allenatore della Juventus Campione d’Italia Massimiliano Allegri ai microfoni di Sky “Mandzukic? Credo che sia un giocatore che ha vinto una Champions League, ha giocato nel Bayern Monaco e nell’Atleltico Madrid, non è l’ultimo arrivato. Non avrà la classe dei fuoriclasse, ma credo che in questa squadra ci possa stare, fa gol determinanti ed è un giocatore generoso; a lui piacciono di più le palle sul secondo palo. Ho tante coppie ideali, quando stanno bene è più facile farli giocare. Dybala si sta trasformando in un punta di raccordo. Mandzukic attacca l’area come Morata, quest’anno poi lo spagnolo gioca più da centravanti, così come Zaza. Cerco di centellinarli il più possibile, credo che queste scelte stiano dando i loro frutti”.

“Vedo concreto il fatto che la squadra abbia fatto ben 4 vittorie. Venerdì abbiamo il match contro la Lazio, saranno cattivi e vogliosi di vincere. Per noi sarà uno snodo importante, poi abbiamo ancora la Champions League e vogliamo arrivare primi nel girone. Stasera la squadra mi è piaciuta, ha gestito la partita e il possesso, abbiamo buttato via qualche pallone di troppo ma ci sta” Allegri ha poi aggiunto “Stasera era 3-5-2, gli esterni giocavano sulla linea degli attaccanti con Dybala che si doveva abbassare, dovevamo allargare il gioco per non essere presi nel mezzo dalla loro densità. Nel primo tempo potevamo fare meglio, credo comunque che abbiamo giocato bene a calcio, abbiamo difeso in maniera ordinata, con grinta, ma è una da cosa da fare – rilancia il tecnico labronico – Posso dire che a suo tempo dissi che non mi piaceva l’aria che c’era. Pensavano di essere arrivati, è normale visti i risultati degli ultimi anni. Nella testa di tutti ci poteva essere appagamento. Noi però dobbiamo soffrire, dobbiamo darci da fare sia in attacco che in difesa. Gli anziani del gruppo sono tornati ad essere importanti, ha influito anche la condizione, psicologicamente abbiamo magari un po’ mollato inizialmente, senza contare poi i tanti infortuni patiti. I giovani devono crescere perchè sennò diventano vecchi senza nemmeno aver giocato“.

Ha chiosato poi Allegri “La Juventus sta giocando meglio, per vincere bisogna fare così, soprattutto perchè poi quando concedi troppo vieni punito”.

 

Stefano Mastini

SHARE