SHARE

sassuolo-fiorentina

“Sassuolo coriaceo e Viola decisamente sulle gambe dopo la trasferta di EL. Gli uomini di Di Francesco sono protagonisti di un bel match dimostrandosi “l’ammazzagrandi” della Serie A tra le mura amiche. La Fiorentina passa in vantaggio con Borja Valero, i toscani si spengono però alla distanza davanti all’impeto dei neroverdi che trovano il pari con Floccari”

CHIAVE TATTICA Padroni di casa nel solito completo tattico a 3 sulla mediana, viola che prediligono la coppia Badel-Vecino al centro con gli esterni liberi di salire. Entrambe le squadre cercano il pressing alto in prima battuta se avanzate con il proprio baricentro, quando arretrano mirano al possesso palla per poi ripartire con azione manovrata; solo la Fiorentina cerca il contropiede più insistentemente grazie soprattutto alla tecnica dei singoli. Giuseppe Rossi si muove da falso nueve nella prima frazione, dopo Sousa gli ritaglia addosso il ruolo di regista, l’americanino però non riesce a incidere. Di Francesco legge benissimo il match: i neroverdi vanno a prendere i gigliati tra le linee, come fatto dall’Empoli settimana scorsa, e costringe la Viola ad essere lenta in fase di costruzione del gioco dal basso, ne scaturiscono così molti errori che il Sassuolo è bravissimo a sfruttare.

IL MOMENTO La fine del primo tempo di gioco. Il Sassuolo preme ma non riesce a mettere in seria difficoltà Tatarusanu. Di Francesco esorta i suoi a provarci prima dell’intervallo, con la Fiorentina intenta a rifiatare dopo un ottimo avvio; la pressione neroverde ha il suo sfogo sul calcio d’angolo da cui nasce il pari, Floccari è bravissimo a staccare e rimettere tutto in gioco. Quando le squadre rientrano sul terreno di gioco il Sassuolo appare più convinto rispetto alla formazione toscana.

LA GIOCATA Il mani di Acerbi all’88’ poteva cambiare l’esito del match. Già nei primi minuti della gara la retroguardia neroverde rischia tantissimo sull’incursione dalla destra di Ilicic, il tocco, sempre di Acerbi, sembra esserci anche in quel caso. E’ però a tempo quasi scaduto che la Fiorentina reclama: Borja Valero mette in mezzo bene in drop, Acerbi va sul pallone ma il braccio è largo e ostacola la traiettoria della sfera. Poteva starci il massimo provvedimento disciplinare.

I PROTAGONISTI Floccari e Missiroli per i padroni di casa. La punta è decisiva, grazie al suo gol la partita si rimette sui binari giusti per il Sassuolo, una rete non facile se si pensa soprattutto a come l’ex laziale sia riuscito a colpire di testa in mezzo ai corazzieri gigliati. Missiroli è il “man of the match”, non fa gol ma mette sostanza a centrocampo quanto basta per sparigliare i piani viola. Per la Fiorentina bene Borja Valero e Pasqual, un passo indietro per Giuseppe Rossi che non sembra trovarsi molto a suo agio nella posizione di “falso nueve”.

Formazioni ufficiali Sassuolo-Fiorentina

Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Vrsaljko 6, Cannavaro 5,5, Acerbi 5,5, Peluso 6; Laribi 6 (71′, Biondini 5,5), Magnanelli 5, Missiroli 7; Defrel 5,5, Floccari 6,5 (77′, Floro Flores sv), Sansone 6 (89′, Politano sv). All. Di Francesco.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarasanu 5,5; Roncaglia 6, Rodriguez 6, Astori 5,5; Bernardeschi 6, Badelj 5,5 (68′, Verdù 5,5), Vecino 5, Pasqual 6 (78′, Marcos Alonso sv); Borja Valero 7, Rossi 5 (55′, Kalinic 6), Ilicic 5,5. All. Sousa.

Gol: Borja Valero 5′, Floccari 42′

Ammoniti: Astori, Floccari, Vrsaljko, Badelj

Espulsi:

IL MIGLIORE Missiroli: Grandissima partita dell’interno allenato da Di Francesco, tantissima quantità per lui che incrocia spesso duelli, vincendoli, con i centrali viola. Voto 7

 

Stefano Mastini

SHARE