SHARE

mandorlini

Andrea Mandorlini non è più il tecnico del Verona: l’allenatore paga i cattivi risultati di questa prima parte di stagione. Al suo posto ecco Eugenio Corini.

Il recupero di Toni e Pazzini e il tentativo di rimonta contro il Frosinone non sono bastati ad Andrea Mandorlini per mantenere la sua posizione sulla panchina del Verona: il tecnico è stato infatti sollevato dall’incarico dopo l’ultima sconfitta in casa dei ciociari, che assume grave rilevanza se si pensa che il match rappresentava uno scontro salvezza molto importante per gli scaligeri.

COMUNICATO UFFICIALE MANDORLINI Questo il comunicato ufficiale della società scaligera sull’esonero del tecnico Mandorlini “L’Hellas Verona FC informa di aver sollevato dall’incarico il tecnico Andrea Mandorlini e i suoi collaboratori. Ad Andrea e al suo staff i ringraziamenti da parte del Club per aver, attraverso dedizione, indiscutibile professionalità e intensa passione, condiviso gioie, dolori ma soprattutto vittorie, sul campo e fuori, che hanno portato la squadra dalla Lega Pro fino al palcoscenico della Serie A. Al Mister e al suo staff il più sincero in bocca al lupo per il futuro professionale”.

Non un bel modo di festeggiare l’onomastico per Mandorlini, che deve così dire addio al Verona dopo cinque anni ricchi di soddisfazioni: il tecnico ha conquistato l’affetto e l’amore dei veronesi a suon di promozioni e record personali. Mandorlini è stato infatti l’unico allenatore del Verona a conquistare due salti di categoria e ha ricevuto anche la Panchina d’Argento come migliore allenatore della Serie B nel 2012-2013. Quest’anno, però, il ravvenate non era mai riuscito a dare una quadratura alla sua squadra, che lascia all’ultimo posto in classifica di Serie A con la miseria di sei punti raccolti in quattordici partite di campionato, senza peraltro mai vincere un match. Tra le possibili attenuanti ci sono senz’altro i tantissimi infortuni che hanno colpito gli uomini chiave del team e che hanno privato la squadra della consueta qualità. Ma, dopo tante settimane di fiducia, in società si è deciso di voler cambiare guida tecnica.

A tal proposito, il successore di Mandorlini è stato già individuato: si tratta di Eugenio Corini, un nome un po’ a sorpresa se si pensa che sia come giocatore che come allenatore l’ex regista difensivo ha difeso per anni i colori dell’altra squadra di Verona, il Chievo, rappresentandone una vera e propria bandiera. Toccherà a lui cercare di riportare gli scaligeri in una posizione di classifica più consona al blasone del club.

SHARE