mercoledì, Dicembre 1, 2021

Latest Posts

Valencia, il triste addio di Nuno Espirito Santo

Nuno Espírito Santo

Nuno Espirito Santo non è più l’allenatore del Valencia. Con queste dichiarazioni ha rassegnato le dimissioni: “La situazione non è buona, sono un dipendente del club e voglio ringraziare tutti i giocatori per il loro lavoro, Peter Lim e i tifosi di una grande squadra come il Valencia e li invito a sostenere quella che è la rosa più giovane dell’intero campionato. E’ stato un orgoglio essere stato l’allenatore del Valencia, è importante che all’interno della società ci sia unità di intenti e che rimanga chi crede in questo progetto. Lunedì ci sarà una riunione per decidere il futuro”.

Nessuno se l’aspettava. Dopo la sconfitta con il Siviglia al Sánchez Pizjuán, Nuno ha salutato i propri giocatori come ha fatto sempre dopo le partite.  L’allenatore del Valencia è uscito poi dagli spogliatoi per chiamare telefonicamente il patron Peter Lim e Layhoon Chan. I calciatori non sapevano nulla, la notizia arriva velocemente dai social network: Espirito Santo si dimette nel post-partita di Siviglia-Valencia spiegando la sua decisione ai giornalisti presenti in sala stampa. Nemmeno un consulto con la squadra, i giocatori non credevano ai propri occhi.

La sconfitta di Siviglia è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma i motivi di questa situazione risalgono dal mercato estivo. Gli acquisiti non ci sono stati e chi è arrivato non si è dimostrato all’altezza. Con la cessione di Otamendi al Manchester City l’ormai ex tecnico del Valencia ha perso quella solidità difensiva che aveva fatto la differenza nella scorsa stagione: la squadra di Espirito Santo aveva subito solamente 32 reti in 38 partite diventando la seconda miglior difesa del campionato (dopo il Barcellona) e arrivando al quarto posto in classifica con la qualificazione ai preliminari di Champions League. I rapporti con la squadra non erano dei migliori già da tempo e, nonostante la sonora vittoria in casa del Celta Vigo per 1-5 di qualche settimana fa, Santo ha deciso di dimettersi senza dare troppe spiegazioni. Dagli elogi al declino, il passo è breve. 

Latest Posts

Don't Miss