Ufficiale: Real Madrid eliminato dalla Copa del Rey

Ufficiale: Real Madrid eliminato dalla Copa del Rey

Denis-Cheryshev-595943

Piove sul bagnato in casa Real Madrid, dove come se non bastassero il pesante KO nel Clasico di un paio di settimane fa, il terzo posto in Liga, i malumori presunti o reali di tifosi e spogliatoio nei confronti del tecnico Rafa Benitez e i continui infortuni che stanno affliggendo gli atleti in maglia bianca, ecco che arriva anche la sentenza scontata da parte della Federcalcio spagnola impersonata dalla figura di Francisco Rubio, giudice unico della suddetta federcalcio: accolto il ricorso del Cadice e di conseguenza Real Madrid ufficialmente eliminato dalla Copa del Rey, il corrispondente della nostra Tim Cup.

UN PASSO INDIENTRO – Riavvolgiamo però il nastro ed analizziamo quanto di grossolano accaduto nella prestigiosa società spagnola con sede nella capitale. In un normalissimo mercoledì sera di inizio dicembre, il Real Madrid si trova ad affrontare il Cadice nel turno di Copa del Rey; il tecnico Benitez applica un comprensibile ed ampio turnover, e le seconde linee madrilene si fanno trovare pronte chiudendo la pratica con un netto 3-1 che qualificherebbe la squadra di Florentino Perez. Il condizionale è però d’obbligo, perchè ben presto si scoprirà il clamoroso errore commesso dal Madrid, che ha usufruito delle prestazioni dell’esterno russo Denis Cheryshev, che ha per giunta anche aperto le marcature della sfida. Nulla di strano se non fosse che l’esterno della Russia aveva ancora un turno di squalifica da scontare, in seguito alla squalifica rimediata proprio nell’ultimo match della medesima competizione quando aveva ancora indosso la maglia del Villareal.

RICORSO – Il Cadice dal canto suo ha colto immediatamente la palla al balzo e ha chiaramente presentato ricorso, vinto come detto proprio oggi pomeriggio. Nella conferenza stampa di ieri però il numero uno del Real, Florentino Perez aveva provato a giustificare così l’errore grossolano del club: “Non ci sono stati errori da parte nostra: abbiamo una sezione amministrativa del club che si occupa di cose di questo genere e non avevamo ricevuto alcuna notifica. Cheryshev è tranquillo: ieri ha giocato perché era convinto di poterlo fare. Non abbiamo ricevuto la circolare del 27 luglio la Federazione lo sa. Intendiamo difendere ciò in cui crediamo è nostro diritto”.

Il ricorso del Cadice è però stato accolto e il Real Madrid è fuori dalla competizione nonostante le motivazioni presentate dal club blanco che aveva parlato di una mancanza di notifica personale della squalifica al giocatore nel periodo in cui militava nel Villarreal, e della regola che prevede l’annullamento di tutte le squalifiche dopo i primi tre turni della competizione.

NESSUNA RESA – Il Real Madrid non si arrenderà però di certa a sentenza di primo grado e avrà quindi la possibilità di presentare un nuovo ricorso ricorrendo al tribunale amministrativo dello sport.