SHARE

Torino-Roma

Vittoria in extremis per i giallorossi all’Olimpico granata: ecco analisi e pagelle di Torino-Roma, anticipo della quindicesima giornata di Serie A.

 

CHIAVE TATTICA – Inizia meglio il Torino, che trova molto spazio specie sulla fascia destra della Roma: Florenzi, che si propone in avanti, spesso lascia la fascia scoperta permettendo a Molinaro e Baselli di scavalcarlo ed approfittarne. Dopo un principio di gara un po’ allo sbando, la Roma cerca a sua volta di sfruttare la fascia sinistra contro un Bruno Peres che fa fatica a difendere e propone un pressing immediato dei tre attaccanti sui difensori granata, per inibire la fase di impostazione, con Nainggolan che si propone in uscita quando la retroguardia avversaria cerca la verticalizzazione. Dall’altra parte a buttarsi spesso in avanti è Acquah: l’interno di centrocampo si palesa spesso come costruttore del contropiede, attaccando con decisione la fascia di competenza di Digne. La Roma perde Gervinho per infortunio, Garcia inserisce Iturbe: il modulo è lo stesso, ma Iago Falque passa a destra. Specie nella seconda frazione i giallorossi cercano di alzare ancora di più il baricentro, con l’intento di costringere il Torino al lancio lungo. In campo regna l’equilibrio più assoluto, con la gara che si svolge specialmente nella zona di centrocampo, in maniera molto fisica e con ritmi non troppo alti. Iturbe prova a diventare decisivo sfruttando i mancati raddoppi di Molinaro per puntare in velocità Moretti ed in effetti la Roma sembra sfondare con più facilità su quel lato, senza però mai creare qualcosa di vagamente pericoloso. Il regalo di Padelli porta però in vantaggio i capitolini e Ventura è costretto a togliere Molinaro per inserire Martinez, sistemandosi dunque con tre attaccanti. Un rigore nel finale rimette le cose in parità e Torino-Roma termina 1-1

I PROTAGONISTI – Nel Torino molto bene i due interni Baselli e Acquah, Quagliarella fuori dal gioco. Tra le file della Roma male gli esterni difensivi, mentre Nainggolan mette in campo la solita grinta, a volte anche troppa.

LA GIOCATA – Quella di Garcia, che toglie Nainggolan prima che si faccia espellere per i tanti, troppi falli durante il match: il francese evita la spiacevole circostanza che avrebbe potuto significare guai seri sia oggi che per la prossima partita.

IL MOMENTO – Il Torino inizia in maniera molto arrembante ma, anche grazie alle parate di Szczesny, non trova il gol. Considerando poi l’equilibrio successivo e la mezza papera di Padelli, quello sarebbe stato il contesto perfetto per poter cambiare definitivamente il volto alla partita e magari portare a casa la vittoria.

 

 

TABELLINO TORINO-ROMA

FORMAZIONI
TORINO (3-5-2): Padelli 5,5; Bovo 6, Glik 6, Moretti 5,5; Peres 6, Acquah 6,5, Baselli 6 (69′ Benassi 5,5), Vives 6, Molinaro 6 (85′ Martinez s.v.); Belotti 6, Quagliarella 5,5 (65′ Maxi Lopez 6). All. Ventura

ROMA (4-3-3): Szczesny 6; Florenzi 5, Manolas 6, Rudiger 5,5, Digne 5,5; Pjanic 5,5, De Rossi 5,5, Nainggolan 6 (70′ Vainquer 5,5); Gervinho 5,5 (25′ Iturbe 6), Dzeko 5, Iago Falque 5,5 (83′ Torosidis). All. Garcia

AMMONITI: Bruno Peres, Acquah, Glik (T) – Pjanic, Florenzi, Nainggolan (R)

MARCATORI: 83′ Pjanic (R), 94′ rig. Maxi Lopez (T)

ARBITRO: Damato

SHARE