Rassegna stampa estero: sempre Leo Messi, il salva Roma

Rassegna stampa estero: sempre Leo Messi, il salva Roma

Rassegna stampa estero, le prime pagine dei maggiori quotidiani sportivi internazionali: finisce la fase a gironi della Champions League, continua all’infinito invece la querelle relativa al sex tape di Valbuena. Apriamo la nostra rassegna stampa con i numerosi quotidiani spagnoli, che celebrano il ritorno in pompa magna del Real Madrid di Rafa Benitez. Secondo Marca il segreto dei blancos è la contemporanea presenza di Francisco Isco e James Rodriguez, sono loro la chiave della miglior versione del Real Madrid. Luciano Vietto, MVP dell’Atletico Madrid contro il Benfica: “Mi sento importante”. Vince il Chelsea, Mourinho manda Casillas in Europa League. Il Valencia perde 2-0 con il Lione, addio alla Champions League: triste debutto di Gary Neville come allenatore in Champions. Leverkusen-Barça, il salvatore è Ter Stegen. AS celebra le squadre spagnole, che rimangono sette in europa: tre in Champions League e quattro in Europa League. Cristiano Ronaldo in esclusiva: “Benitez sta facendo un buon lavoro, bisogna dargli tempo”. Questa sera in campo per l’Europa League Villareal e Athletic Bilbao.

Proseguiamo la nostra rassegna stampa con la sponda catalana dei quotidiani spagnoli: secondo Sport è “sempre Messi”, i blaugrana non perdono a Leverkusen grazie al gol della Pulce nonostante le sette riserve mandate in campo da Luis Enrique. Fra Cristiano Ronaldo e Pique è guerra aperta. Per Mundo Deportivo “cresce Leo e para Ter Stegen”. Il Sorteggio sarà lunedì: Arsenal, Juventus e PSG i pericoli maggiori. Real Madrid: Arbeloa e CR7 contestano Pique. Ci avviamo verso la chiusura con l’Equipe, che dedica la prima pagina a Karim Benzema. L’affaire Benzema – Valbuena sta dividendo il calcio francese, la federazione deve prendere una decisione, “il disagio” titola il maggiore quotidiano sportivo francese. Chiudiamo la nostra rassegna stampa in Portogallo, dove A Bola dedica la prima pagina al Benfica, che sta costruendo il suo futuro sulle prestazioni dei giovani, mentre Lopetegui e il Porto vengono eliminati dalla Champions League.