SHARE

perez-benitez

Come un fulmine a ciel sereno, ma neanche troppo visto gli scarsi risultati ottenuti in questa prima metà di stagione, è arrivato nella giornata di ieri il divorzio ufficiale tra Jose Mourinho e il Chelsea sotto forma di risoluzione consensuale. Oltre al toto-panchina dei ‘Blues’, sono però anche partite le scommesse sulla prossima destinazione dello ‘Special One’ che tra le altre opzioni secondo i media stranieri avrebbe anche la sua ex squadra, il Real Madrid. A Madrid il portoghese vinse la Liga dei 100 punti, ma non ha mai ottenuto la Champions League tanto desiderata da Florentino Perez e vinta successivamente da Ancelotti. Oggi sulla panchina madrilena siede Rafa Benitez che non sta vivendo proprio la sua migliore annata. Florentino Perez ha però più volte confermato la propria fiducia nelle capacità dell’ex allenatore del Napoli, e anche in un’intervista a ‘El Larguero’, programma in onda su ‘Cadena SER’, ha ribadito il concetto escludendo almeno nell’immediato un ritorno di Mourinho: “Il futuro non lo conosce nessuno, però no, adesso Mourinho non tornerà al Real Madrid. La nostra unica opzione è Benitez, che consideriamo un allenatore capace di risolvere i problemi che abbiamo. Rafa è la soluzione, non il problema. Calciatori? Io con loro non parlo, comunque non è assolutamente vero che lo spogliatoio è spaccato”.

CHANCE PER ZIDANE? – Tra i papabili sostituti dell’allenatore spagnolo, nelle scorse settimane si è anche fatto il nome dell’ex campione francese Zinedine Zidane, ancora legatissimo alla società della capitale spagnola. Perez ha infatti proseguito aprendo le porte proprio ad un futuro ingaggio dell’ex juventino: “Ho un buon rapporto con Zizou. Sono sicuro che diventerà un grande allenatore e che un giorno allenerà il Real Madrid. Sono sicuro che il suo desiderio è questo, sta facendo passi da gigante in panchina”.

SU CR7 – Perez conclude infine parlando di Ronaldo e Lewandowski: “Ronaldo? Credo che rimarrà al Real Madrid, qui sta bene. Si dicono tante cose, ma senza fondamento. Dicono anche che prenderemo Lewandowski e che il suo agente è venuto al Bernabeu, ma se devo parlare con l’agente di un giocatore non vado mica allo stadio”.

SHARE