SHARE

sau

In chiusura di un’avvincente diciannovesimo turno di Serie B che nel pomeriggio ha visto i successi importanti di Novara, Cesena, Pescara ed Entella, e lo stop esterno per 2-2 del Crotone primo in classifica, non poteva mancare lo spettacolo di un big match: Cagliari-Bari, occasione ghiottissima per entrambe le compagini di accorciare il gap che li separa dalla vetta della graduatoria.

IL MATCH – Al Sant’Elia va quindi in scena il confronto diretto tra rossoblu e galletti in lotta per le zone più nobili della classifica. L’avvio è combattuto, con un Cagliari che tenta di prendere sin da subito in mano la gara e un Bari più attento e pronto a pungere. Dopo una prima fase di studio i sardi cominciano a macinare gioco ed occasioni, e ben presto prima della metà di frazione trovano anche il goal del vantaggio che sblocca la contesa: botta del difensore Salamon dalla distanza e respinta non troppo efficace di Guarna, prontamente raccolta dal bomber ex Pescara Melchiorri che da pochi passi non può sbagliare. La rete dell’1-0 intimidisce il Bari ed esalta il Cagliari che approfitta del contraccolpo psicologico degli ospiti per raddoppiare a dieci dal termine del primo tempo con Sau, abile a depositare in rete un assist al bacio di Melchiorri. Proprio quando il Cagliari sembrava avere il match in pugno, arriva come un fulmine a ciel sereno la punizione di Rosina che ridà speranza ai biancorossi al riposo sul 2-1 chiudendo uno splendido primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi il Bari parte con il piede sull’acceleratore, ma non trova la via del goal e col passare dei minuti, complice qualche interruzione di troppo il gioco risulta più spezzettato e meno vivace rispetto ai primi 45 di gara. Nella fase centrale arrivano anche i primi accorgimenti tattici ma si giunge al finale di partita ancora sul 2-1. Il Cagliari va con decisione a caccia della rete del KO, ma quando all’85 capita l’occasione più ghiotta, Marco Sau sbaglia: calcio di rigore per fallo di mano in area di Di Cesare e penalty parato da Guarna. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Pasqua decreta la fine delle ostilità con il triplice fischio. Si chiude così 2-1 per il Cagliari che si porta a -1 dal Crotone.

Ecco il tabellino del match:

Cagliari-Bari 2-1 (22′ Melchiorri (C), 35′ Sau (C), 37′ Rosina (B))

Ammoniti: Munari (C), Farias (C), Joao Padro (C), Di Cesare (B), Valiani (B)

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Balzano, Ceppitelli, Salamon, Pisacane; Fossati, Tello, Munari; Farias (76′ Joao Pedro); Sau (88′ Krajnc), Melchiorri (82′ Cerri). All. Rastelli

Bari (4-3-3): Guarna; Gemiti, Contini, Di Cesare, Sabelli; Valiani, Gentsoglou (63′ Boateng), Porcari (80′ Sansone); Rosina, De Luca (87′ Petropoulos), Maniero. All. Nicola

Stadio: Sant’Elia di Cagliari

Arbitro: Fabrizio Pasqua

SHARE