SHARE

5f6fa162-ac0e-452d-ae6d-259e6d8f8a2b-2060x1236

La notizia era nell’aria già da qualche tempo, mancava solo l’ufficialità che è appena arrivata: Carlo Ancelotti sarà il nuovo allenatore del Bayern Monaco. L’annuncio è arrivato direttamente da Rummenigge alla Bild: “Siamo grati a Pep Guardiola per quanto fatto con il nostro club e speriamo di poter festeggiare assieme tanti altri successi in questa stagione. Al suo posto arriverà un altro grande allenatore che consentirà al Bayern Monaco di restare ai vertici europei: Carlo Ancelotti. Non vediamo l’ora di lavorare col tecnico italiano”. L’ex allenatore del Real Madrid firmerà un contratto di tre anni, prendendo il posto di Pep Guardiola sulla panchina dell’Allianz Arena.

Il tecnico spagnolo aveva già lasciato intendere che non avrebbe rinnovato il proprio accordo con la squadra tedesca e, a conferma di ciò, nella conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Hannover aveva di fatto preannunciato l’addio e il suo possibile, ora ufficiale, sostituto: “Il mio futuro? Domenica sapremo di più. Io e Rumenigge ci siamo detti che avremmo parlato dopo la partita. Lui sa già tutto, abbiamo parlato spesso. Carlo Ancelotti è un grande allenatore e un grande uomo, una persona straordinaria. Ho un grande rapporto con lui”. Il divorzio tra Guardiola e il club tedesco è scontato e certo già da tempo: lo spagnolo chiuderà la stagione alla guida del Bayern e poi volerà in Inghilterra, dove lo aspetta la panchina del Manchester City, club con il quale il tecnico ha da tempo preso un impegno. Intanto con il suo Bayern ha conquistato l’ennesima vittoria di questo campionato nel match esterno contro l’Hannover.

Porte girevoli in Baviera, per un Pep che parte un Carletto che arriva. Terminato l’anno sabbatico e il riposo post-esperienza al Real Madrid, Carlo Ancelotti torna a sedere su una grande panchina: dopo le vittorie in campionato con Milan, Chelsea e Psg e la Champions conquistata prima con i rossoneri e poi con il Real Madrid, il tecnico italiano andrà all’assalto di un nuovo titolo in campionato, il quinto diverso per lui. Con la Champions sempre in cima alla lista dei desideri dell’allenatore di Reggiolo.

 

SHARE