Fiorentina-Chievo, formazioni ufficiali: Sousa e Maran si affidano ai soliti noti

Fiorentina-Chievo, formazioni ufficiali: Sousa e Maran si affidano ai soliti noti

fiorentina

Scoprire all’improvviso di non essere più la macchina perfetta che fino a qualche settimana incantava il campionato italiano e misurarsi con l’avversario peggiore che potesse capitare. Fiorentina-Chievo è il match delle 15 al Franchi di Firenze tra i viola di Paulo Sousa, sconfitti domenica scorsa a Torino dalla Juventus e eliminati a sorpresa in settimana dalla Coppa Italia per mano del Carpi, e i gialloblù di Maran, reduci da due successi di fila in campionato e stabili a metà classifica con un buon margine di vantaggio sulla zona salvezza.

Deluso e sorpreso dalla debacle in coppa, Paulo Sousa non perde di vista l’obiettivo di rilanciarsi immediatamente e chiudere al meglio questa prima parte di stagione prima della sosta invernale, conscio tuttavia delle difficoltà che una squadra organizzata come il Chievo può creare alla sua Fiorentina. “Il Chievo è una squadra che sta bene e che ha un modulo che conosce a memoria. Ha fiducia in ciò che fa e difende bene. Per questo dovremo avere la pazienza giusta per dare forza e velocità al nostro gioco. E’ una squadra che riesce alternare un gioco corto ad uno più verticale. Dovremo avere una squadra molto corta perché con due bloccchi difensivi ci saranno difficoltà, quindi dovremo staremo attenti anche ad essere bravi a capire queste distanze. Sono consapevole di una parte che comprende i risultati negativi e che ti porta domani ad una partita più delicata. Quando vinci sempre non è la stessa. Sono d’accordo che è delicata ma i miei ragazzi hanno una capacità di risposta alta, come hanno già fatto in stagione. Magari anche in partite non vinte. Per questo sono consapevole che domani andremo a dare un pensiero di vittoria e concentrati ad una nostra identità comune”. Indisponibili Pasqual e Blaszczykovski, il tecnico si affiderà ai soliti noti, con la possibile sorpresa di Giuseppe Rossi dall’inizio al posto di Bernardeschi; l’attaccante ha voglia di giocare e per la prima volta il tecnico portoghese ha aperto alla possibilità di un prestito fino a fine stagione che possa dargli la continuità necessaria a ritrovare la forma (“Il mio primo pensiero è nel giocatore. Capisco i singoli, ma nelle decisioni cerchiamo sempre di aiutare il giocatore. Se il giocatore crede che sia il miglior passo da fare, lo deve fare. Finchè è con noi io lo dovrò auitare e lui dovrà aiutare noi”).

Dal canto suo Rolando Maran, si mostra fiducioso visto l’ottimo momento dei suoi, spesso capaci in trasferta di offrire ottime prestazioni imbrigliando squadre ben più blasonate. “Noi abbiamo acquisito consapevolezza, sappiamo di poter andare lì a dire la nostra. Loro hanno un grande tasso tecnico, ma vogliamo mettere in campo le nostre qualità. Atteggiamento? Non credo si debba modificarlo in base agli avversari. Dobbiamo continuare a crescere, se diamo tutto in campo possiamo dire la nostra. Affrontiamo una squadra importante, ma ho molta fiducia”. Tutti a disposizione nella fila del Chievo, con la possibilità da parte del tecnico di Rovereto, di proporre diverse soluzioni.

Ecco le formazioni ufficiali delle due squadre in campo alle 15:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, G.Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Vecino, Badelj, Alonso, B.Valero, Ilicic, Kalinic. All. Sousa

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Dainelli, Gobbi; Hetemaj, Radovanovic, Castro; Birsa; Paloschi, Meggiorini. Maran