Manchester City-Sunderland 4-1, analisi e pagelle del match

Manchester City-Sunderland 4-1, analisi e pagelle del match

city

Poker del Manchester City che supera un modesto Sunderland: Sterling, Bony, Toure e de Bruyne gli autori delle reti per i “Citizens”. Gol della bandiera degli ospiti firmato da Borini. 

CHIAVE TATTICA – Pellegrini opta per il solito 4-2-3-1 con Hart tra i pali. Difesa a quattro con Sagna, Otamendi, Mangala e Kolarov a sinistra. In mezzo al campo coppia formata da Toure e Fernandinho, mentre alle spalle dell’unica punta Bony agiscono de Bruyne, Silva e Sterling. Allardyce, invece, sceglie il 4-3-3 con Mannone tra i pali e Borini in avanti. Il City impone fin dai primi minuti il proprio gioco costringendo gli ospiti a rinchiudersi nella metà campo per cercare di spezzare di gioco di Toure e compagni. Dopo appena dodici minuti i padroni di casa passano in vantaggio con un colpo di testa di Sterling su un preciso cross di de Bruyne: difesa imbarazzante del Sunderland. Cinque minuti e al 17′ arriva il raddoppio di Toure: l’ivoriano riceve palla al limite d’area e  con una finta si porta la sfera sul piede mancini facendo partire un diagonale che s’insacca alle spalle dell’incolpevole Mannone. Il City continua a dominare e al 22′ arriva il tris firmato da Bony: punizione del belga de Bruyne e colpo di testa vincente dell’attaccante di Pellegrini. Il Sunderland non riesce a reagire, Silva si muove continuamente non lasciando punti di riferimento ai centrocampisti avversari che vanno in tilt. Il primo tempo finisce 3-0. Nella ripresa l’andamento del match non cambia: dopo un’azione rocambolesca la palla arriva sui piedi di de Bruyne che segna il poker. La squadra di Allardyce prova a buttarsi in avanti per cercare il gol della bandiera che arriva al 59′ con Borini. Bony sbaglia anche un calcio di rigore, ma il Man City porta a casa tre punti preziosi: ora la vetta dista solo tre lunghezze.

I PROTAGONISTI – Il Man City domina per tutta la durata del match: la difesa dei “Citizens” si fa cogliere impreparata solamente in occasione del gol di Borini. I trequartisti di Pellegrini si muovono continuamente non lasciando punti di riferimento alla difesa avversaria. Sterling, de Bruyne e Silva sono inarrestabili e Bony rifinisce con precisione. Nel Sunderland si salva solo l’italiano Borini, che segna il gol della bandiera nella ripresa superando Hart con un tiro mancino. La difesa di Allardyce si muove male e i difensori seguono ad uomo l’attaccante ivoriano lasciando buchi in difesa: i trequartisti del City si inseriscono così senza problemi.

IL MOMENTO – In 22 minuti il City si porta sul 3-0 imponendo il proprio gioco e andando a segno con tre giocatori diversi. Il Sunderland non reagisce.

LA GIOCATA – Scambio da applausi tra Silva e de Bruyne: i due fantasisti di Pellegrini si scambiano velocemente la palla e il belga delizia il pubblico con un colpo di testa di alta scuola.

Il tabellino Manchester City-Sunderland 4-1

Manchester City (4-2-3-1): Hart 6; Sagna 6.5, Otamendi 6.5 [62′ Kompany sv (71′ Demichelis)], Mangala 6, Kolarov 6.5; Yaya Touré 7, Fernandinho 6.5; de Bruyne 7, Silva 7, Sterling 7; Bony 6.5. All.: Pellegrini.

Sunderland (4-3-3): Mannone 5; Jones 5, Coates 5.5, O’Shea 5, van Aanholt 5; Johnson 5, M’Vila 5.5, Gomez 5; Borini 6, Graham 5, Fletcher 5. All.: Allardyce

Marcatori: 12′ Sterling, 17′ Toure, 22′ Bony, 54′ de Bruyne, 59′ Borini

Note: rigore sbagliato da Bony

Ammoniti: Sterling, Jones