Coman attacca Ibrahimovic: “E’ un egoista, non dà consigli ai giovani”

Coman attacca Ibrahimovic: “E’ un egoista, non dà consigli ai giovani”

ibra

Kingsley Coman, ala classe 1996 del Bayern Monaco e cresciuto nel settore giovanile del Paris-Saint Germain collezionando ben quattro presenze in prima squadra con i parigini, ha attaccato duramente Zlatan Ibrahimovic in un’intervista alla rivista tedesca Kicker. Soprannominato “The King”, Coman ha vinto per due volte il premio Titì d’Or, assegnato ogni anno al miglior giovane transalpino. Il 17 febbraio 2013 ha esordito, inoltre, con la prima squadra del PSG, nella partita di campionato persa per 2-3 contro il Sochaux, diventando così il più giovane debuttante in Ligue 1 nella storia dei capitolini, all’età di sedici anni, otto mesi e quattro giorni. Nel luglio del 2014 Coman è passato alla Juventus a titolo definitivo dove ha giocato 22 partite segnando un solo gol con la maglia dei bianconeri. Nell’estate del 2015 il giovane trasalpino è passato alla corte di Guardiola al Bayern Monaco: 17 presenze e quattro gol il suo bottino fino a questo momento. Ecco le sue dichiarazioni:

IBRA – “Il mio rapporto con Ibrahimovic al Psg è stato del tutto insignificante perché lui non è quel tipo di giocatore che cerca di stabilire un contatto coi giovani e che dà loro dei consigli, ma si preoccupa solo di se stesso. Nel Psg c’erano un sacco di clan e non era affatto facile riuscire ad integrarsi e a diventare parte del gruppo, ecco perché io non mi sono mai sentito a mio agio in prima squadra. Lì la concorrenza per un posto è enorme e vincere titoli è la sola cosa che interessa davvero”.

BAYERN MONACO – “Mi auguro che il club mi riscatti perché qui mi trovo molto bene e vorrei restare a lungo. È un peccato che Guardiola va via, ma al suo posto arriverà un altro grande allenatore. Ancelotti ha vinto la Champions League cinque volte come giocatore e come allenatore e quindi sa bene come si fa a diventare campioni”.