Le cessioni più importanti di sempre in casa Boca: il prossimo sarà Calleri?

Le cessioni più importanti di sempre in casa Boca: il prossimo sarà Calleri?

juan_riquelme_4

In Argentina sono sicuri, l’accordo c’è e nel giro di una settimana si potrà chiudere per il passaggio definitivo di Jonathan Calleri dal Boca Juniors all’Inter. Il giovane attaccante argentino costerà ai nerazzurri circa 12 milioni di dollari, per lui l’approdo all’Inter per poi essere girato in prestito al Bologna per sei mesi. Un buon acquisto per Roberto Mancini, ragazzo di sicuro avvenire e di prospettiva futura, per il Boca Juniors invece Calleri diventa l’ennesimo colpo in uscita e fonte di guadagno per il club che, negli anni, è sempre stato molto abile a valorizzare e vendere i propri calciatori. Tra le cessioni più importanti di sempre in casa Boca figurano nomi illustri, alcuni dei quali passati anche per il nostro massimo campionato. Queste le cessioni più importanti di sempre in casa Boca Juniors:

Fernando Gago, diventato calciatore professionista nel 2005 proprio tra le fila del Boca Juniors si mette subito in mostra e diventa, nel giro di una stagione, uno dei punti di forza della compagine argentina. Segna la sua prima rete con la maglia del Boca, alla Bombonera, nell’ottobre del 2006 contro il Vélez Sarsfield. Il Real Madrid mette gli occhi su di lui e nell’inverno del 2007 si trasferisce in Spagna per 21 milioni di euro, firmando un contratto da 3 milioni. Nel 2011 approderà anche in Italia, alla Roma, in prestito oneroso per 500.000 euro con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro.

Walter Samuel, inizia la carriera nel Newell’s Old Boys e gioca lì per due stagioni prima di passare al Boca Juniors. Tra le fila degli Xeneizes rimane per tre annate, fino al 2000, anno in cui vince la Coppa Libertadores e la Roma avvia una trattativa per portarlo in Italia: nella stagione 2000/2001 la squadra capitolina lo ingaggia, versando nelle casse del Boca Juniors 34 miliardi di lire. A Roma gioca per quattro stagioni vincendo uno scudetto ed una Supercoppa italiana, diventa uno dei migliori difensori d’Europa, passerà al Real Madrid e poi ancor all’Inter: con i nerazzurri vincerà 5 Scudetti, 4 Supercoppe italiane, 3 Coppe Italia e una UEFA Champions League.

– Éver Banega, cresciuto nelle giovanili del Boca Juniors, fa il suo esordio in prima squadra nella vittoria per 4-0 contro il Banfield, il 10 febbraio 2007. Tanta verve e personalità per lui, oltre a grandi prestazioni, lo rendono elemento fondamentale per il Boca, un vero e proprio giocatore chiave. Con gli Xeneizes vincerà anche una Coppa Libertadores. Nel 2008 arriva per lui l’avventura in Europa: viene acquistato dagli spagnoli del Valencia per circa 18 milioni di euro. Dopo il suo debutto in Liga, il 13 gennaio dello stesso anno, inizierà il suo peregrinare tra diversi club tra cui l’ Atletico Madrid, il ritorno al Valencia e un prestito ai Newell’s Old Boys, per un veloce rientro in patria. Tornato al Valencia per fine prestito Banega ritrova l’Europa nell’agosto del 2014, acquistato per 2,5 milioni dal Siviglia: la sua prima stagione si chiuderà con la conquista della Europa League.

Juan Román Riquelme, notato dalle due maggiori squadre argentine, il Boca Juniors e il River Plate, quando era alle giovanili dell’Argentinos Juniors, decise di trasferirsi al Boca. Nonostante sembrasse destinato agli acerrimi rivali del River, lui tifosissimo del Tigre sin da bambino, firmò con il Boca Juniors nel 1995: il club gialloblù lo pagò 800.000 dollari. Giocò la sua prima gara il 10 novembre 1996, due settimane dopo arrivò anche la sua prima rete in maglia Boca. Dopo sette stagioni di gioie e successi con gli Xeneizes, Riquelme passò al Barcellona per 9 milioni di euro.

I tempi cambiano, cambia la valuta, ma non il modo di interpretare il calcio e gli affari per il Boca Juniors, che ha fatto della valorizzazione dei suoi giovani e delle cessioni degli stessi, soprattutto in Europa, i suoi punti di forza in termini di guadagno. Sarà Calleri il prossimo nome da aggiungere alla lista delle cessioni più importanti di sempre in casa Boca? Noi un’idea ce l’abbiamo.