El Shaarawy-gate: Monaco non lo riscatta, il Milan vuole piazzarlo

El Shaarawy-gate: Monaco non lo riscatta, il Milan vuole piazzarlo

el shaarawy-monaco-milan

Non c’è pace per El Shaarawy. Il giovane virgulto del calcio nostrano non riesce infatti a rigenerare la sua carriera dopo i tanti problemi vissuti negli ultimi anni. Il Faraone aveva trovato la sua nuova casa appena sei mesi fa: il Principato di Monaco. Il club di Montecarlo sembrava pronto a fare follie per lui, tanto da firmare un accordo con il Milan che prevedeva un esborso totale per il cartellino dell’attaccante esterno pari a 16 mln di € (3 mln per il prestito oneroso e 13 fissati per il riscatto). Il Monaco però sarebbe pronto ad aggirare la clausola relativa al riscatto di El Shaarawy non concedendo più spazio al giocatore che, non avendo raggiunto le 25 presenze con la maglia del club monegasco (limite minimo di obbligo contrattuale), sarà svincolato e presumibilmente costretto a fare ritorno a Milanello.

EL SHAARAWY-GATE Milan letteralmente “indiavolato” per la scelta della società transalpina. Il club di Silvio Berlusconi non avrebbe preso affatto bene la situazione, i rossoneri speravano infatti di poter metter a bilancio i 13 mln di € relativi al riscatto di El Shaarawy, riuscendo così ad evitare una minusvalenza (all’epoca il Genoa intascò dalla vendita del calciatore un totale di 15 mln di € più il cartellino di Merkel). Sotto accusa il numero di presenze accumulate dal “Faraone”, 24, proprio una in meno del limite prestabilito da contratto, una vera e propria beffa per Galliani&Company.

Il Milan non ha però nessuna intenzione di reinserire El Shaarawy in rosa, i dirigenti del Diavolo stanno infatti sondando il calciomercato per piazzare l’esterno d’attacco alla migliore offerente. Sull’ex ragazzo prodigio di Milanello, e idolo dei tifosi strisciati, sarebbero vigili molte compagini del calcio europeo, dalla Serie A fino alla Premier League; quello che appare tutt’altro che semplice è il poter trattare con i rossoneri che non avrebbero infatti intenzione di scendere al di sotto della richiesta di 14 mln di € per il cartellino di Stephan (sia che si parli di prestito con obbligo di riscatto che di vendita).

Stefano Mastini