Mourinho richiesto dal peggior club del mondo, l’Ibis

Claudio Cafarelli
30/12/2015

Mourinho richiesto dal peggior club del mondo, l’Ibis

mourinho-chelsea-wenger

Mentre i giornali si affannano a riportare presunte offerte milionarie di Manchester United, Real Madrid e Psg, José Mourinho ha deciso di ricaricare le batterie e volare in Brasile in vacanza, anche per dimenticare il cocente esonero dal Chelsea. Nel Paese che lo ospita c’è però un club da record che ha deciso di offrire allo Special One la propria panchina, questa squadra è l’IBIS, la peggiore del mondo.

ibisrecifeEra il 1980 quando l’IBIS si rendeva protagonista di una striscia inesorabile di sconfitte. In cinquantacinque partite disputate furono 48 le sconfitte, una ruolino di marcia ineguagliabile e interrotto solo dopo tre anni e undici mesi. Quel “florido” periodo non ha portato la tifoseria alla depressione o il club allo scioglimento, anzi le sconfitte sono diventato un vero e proprio vanto e così le goleade subite, le figuracce in casa e le asfaltate in trasferte hanno permesso all’IBIS di avere il titolo ufficiale di peggiore club del mondo. La dirigenza è talmente entusiasta del titolo che la squadra sfoggia con fierezza sulle proprie casacche la scritta “Pior Time do Mundo”. Simbolo di quell’impresa è Mauro Shampoo, uomo d’area di rigore che però non vedeva neanche un pallone dalle sue parti. In dieci anni di onorata carriera nelle fila dell’IBIS, l’attaccante Shampoo ha realizzato un gol, quello dell’otto a uno ma la gloria per lui è eterna.

Tornando ai giorni nostri l’Ibis ha deciso attraverso una pura operazione di marketing, per attirare le attenzioni dei media internazionali e anche le nostre, di pubblicare su Twitter un’offerta di lavoro per José Mourinho, per la precisione un contratto biennale: “Non le daremo garanzia di continuità nel caso in cui la nostra squadra vinca due partite di fila, oppure un trofeo. Lo stipendio è a base di cibo, un animale (potrà scegliere fra un gatto e un cane) per ogni sconfitta e un aumento in caso di goleada al passivo. Rescissione immediata, invece, se la squadra dovesse giocare bene e vincere magari un titolo”.

mourinho ibis