Atalanta, Sam Larsson sarà il primo botto di mercato?

Atalanta, Sam Larsson sarà il primo botto di mercato?

larsson

Perso Maxi Moralez, atteso dall’avventura in Messico con la maglia del Leon, l’Atalanta di Edy Reja, tra le sorprese più liete del girone d’andata, è in questi giorni alla ricerca del giocatore che possa sostituire “El Frasquito” nell’ormai collaudato 4-3-2-1.  Missione non facile quella del ds Giovanni Sartori, che sembra tuttavia aver individuato nello svedese Sam Larsson il nuovo possibile esterno offensivo, a patto di convincere l’Heerenveen ad abbassare le richieste e chiudere la trattativa in tempi brevi.

Ventidue anni di belle speranze e sicuro talento, Larsson è considerato uno dei migliori calciatori svedesi emergenti, vincitore la scorsa estate del campionato europeo Under 21 (così come il rosanero Hiljemark) e protagonista da due stagioni nelle Eredivisie olandese. Brevilineo ma ben strutturato fisicamente, il classe ’93 ricorda un po’ il Papu Gomez di Catania, guarda caso lo stesso che ritroverebbe in nerazzurro; esplosivo nel breve e imprendibile in dribbling, Larsson lascia intravedere ancora enormi margini di crescita, per la verità già evidenziata nel passaggio obbligato dalla sua Svezia all’Olanda. Formatosi calcisticamente nel Goteborg è letteralmente esploso nel suo primo anno con la maglia dell’Heerenveen, condito con 8 gol e 5 assist vincenti; funambolico e altruista, deve crescere sotto porta dove appare ancora poco incisivo, almeno rispetto alle occasioni a tu per tu con il portiere avversario. Frenato da un fastidioso infortunio all’inizio della scorsa stagione, ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista nelle nuova realtà, confermandosi anche nel corso di quella in corso; finalmente continuo nelle prestazioni, ha messo a segno 3 reti nelle 17 occasioni in cui è stato impiegato restando in campo quasi sempre per tutti i 90’.

Destro naturale, Larsson ama partire da sinistra per poi accentrarsi e cercare il tiro a giro sul palo opposto, caratteristica molto cara, per intenderci, anche ad Alessio Cerci in questi ultimi anni, ma allo stesso tempo è capace di utilizzare anche il piede mancino; l’impressione è che, se l’affare andasse in porto, l’Atalanta metterebbe a segno un altro grande colpo di mercato da aggiungere ai tanti inanellati negli ultimi anni. Una volta prese le misure alla serie A potrebbe rappresentare certamente un valore aggiunto, oltre che una risorsa per le trame offensive della Dea; a Bergamo, dopo De Roon, si augurano di portare via dalla cara bottega dell’Heerenveen un altro interessante prospetto da scoprire e crescere grazie all’esperienza di un tecnico come Reja. Il 2016 dell’Atalanta potrebbe partire davvero col botto, confermando la teoria secondo cui “non tutti i mali vengono per nuocere” e lanciando un chiaro messaggio ai milioni di fantacalcisti sparsi per il bel paese: occhio a Sam Larsson, c’è da scommetterci.