Sampdoria-Napoli, Montella: “Espulsione determinante, ma gli azzurri sono forti”

Sampdoria-Napoli, Montella: “Espulsione determinante, ma gli azzurri sono forti”

montella

Vincenzo Montella ha rilasciato alcune dichiarazioni nel postpartita di Sampdoria-Napoli, gara che ha visto la sconfitta della sua squadra per 4-2 dopo un secondo tempo giocato quasi interamente in dieci uomini per l’espulsione causa doppia ammonizione comminata a Mattia Cassani. Nonostante ciò la prova del sodalizio ligure al cospetto di un avversario più quotato tecnicamente è stata in crescendo.

Montella ha affermato: “Due gol dei quattro incassati oggi sono stati letteralmente regalati. Mi riferisco ai primi due, ma attenti ad addossare tutte le responsabilità a Barreto. Edgar è molto importante per questa squadra e quando avviene uno sbaglio la colpa è di tutti, mai del singolo. La partenza quest’oggi è stata innegabilmente in salita, abbiamo iniziato il match con una paura insolita che però poi è svanita quando ci siamo svegliati, solo allora abbiamo fatto vedere ciò di cui siamo capaci. Ho visto cose belle e cose meno belle in definitiva: non va bene il fatto che ogni volta concediamo sempre troppi gol ai nostri avversari di turno”.

Montella torna anche sull’espulsione di Cassani: “Il rosso ha pregiudicato la nostra prova, stavamo andando bene e per certi versi stavamo riuscendo a mettere alle corde il Napoli, ma in questo caso l’arbitro Orsato ha agito bene e la sua conduzione è stata ottima. L’episodio ci ha penalizzato, il provvedimenti ci stava dunque non possiamo fare altro che prendercela con noi stessi. Giocare in inferiorità contro il Napoli di quest’anno è molto difficile. Tra la Juventus e gli azzurri non ce n’è una che mi abbia fatto una impressione maggiore, entrambe sono squadre molto forti ed organizzate, con organici completi e di prim’ordine. I bianconeri mi stanno stupendo per la continuità che sono stati bravi a trovare, ma il Napoli di Sarri è più cinico e ha un attacco micidiale. Il calciomercato? A squadre come noi fa più male che bene, non parlo dei miei giocatori dati in partenza (Soriano, ndr). Io fornisco una valutazione tecnica, a decidere però è la dirigenza”.