Giudice Sportivo: multa alla Sampdoria per cori contro Napoli

Giudice Sportivo: multa alla Sampdoria per cori contro Napoli

napoli

Sono arrivate le decisioni del Giudice Sportivo in merito all’ultima giornata di campionato. 9 i calciatori squalificati per il prossimo turno più il chiarimento del “caso Soddimo”. 30 mila euro di multa per la Sampdoria per i cori discriminatori durante il match contro il Napoli.

CALCIATORI ESPULSI, SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

CASSANI Mattia (Sampdoria): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

CESAR Bostjan (Chievo Verona): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei

confronti di un avversario.

PASCIUTI Lorenzo (Carpi): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario e per comportamento non regolamentare in campo.

RADU Stefanel Daniel (Lazio): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.

CALCIATORI NON ESPULSI, SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

EVRA Patrice (Juventus), GLIK Kamil (Torino), GORI Mirko (Frosinone), LULIC Senad (Lazio), VIVES Giuseppe (Torino).

In merito al caso di Soddimo, protagonista dell’episodio in cui “la sua mano si posizionava sulla zona pubica del calcatore atalantino (Kurtic, ndr), che si accasciava dolorante al suolo, mentre l’azione proseguiva con il pallone in possesso di altro calciatore nero-azzurro, senza alcun intervento da parte dell’Arbitro.

Ritiene questo Giudice che le immagini televisive disponibili, in mancanza di una essenziale “ripresa frontale”, non consentono di esprime un sicuro giudizio, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, sull’intenzionalità e sull’intensità della compressione esercitata sul “basso ventre” del calciatore atalantino, non potendosi escludere che gli effetti dolorosi siano stati la conseguenza di un gesto compiuto per finalità agonistiche, non connotato da quella intenzionalità lesiva che costituisce l’essenza della “condotta violenta”  delibera di non dottare alcun provvedimento sanzionatorio in merito alla segnalazione del Procuratore federale circa la condotta del calciatore Danilo Soddimo”.

Questa, invece, la parte relativa alle società.

– Ammenda di € 30.000,00 : alla Soc. FROSINONE per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato ad un Assistente cori e grida insultanti e per avere, nel corso del secondo tempo, indirizzato numerosi sputi allo stesso Ufficiale di gara, che veniva reiteratamente colpito alla schiena ed al capo; con recidiva specifica (cfr CU 99 del 9 dicembre 2015); sanzione attenuata ex art. 14 in relazione all’art. 13 comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

– Ammenda di € 30.000,00 : alla Soc. SAMPDORIA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato reiteratamente ai sostenitori della squadra avversaria cori insultanti espressivi di discriminazione per origine territoriale; per avere inoltre, al termine della gara, lanciato in direzione dell’Arbitro, all’uscita dal recinto di giuoco, due bottiglie piene in plastica; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

– Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. TORINO a titolo di responsabilità oggettiva, per avere ingiustificatamente ritardato l’inizio della gara di circa tre minuti.