Livorno, Spinelli: “Scandalizzato dagli arbitri, lascio il calcio”

Livorno, Spinelli: “Scandalizzato dagli arbitri, lascio il calcio”

spinelli2

Il presidente del Livorno Aldo Spinelli è sempre stato caratterialmente vulcanico, rilasciando spesso dichiarazioni forti e difficilmente banali. Quanto andato in scena nel posticipo di Serie B, con il Como che ha segnato la rete del pareggio in fuorigioco dopo un calcio di rigore negato ai labronici, è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso: Spinelli ha reagito con durezza all’arbitraggio della partita, sottolineando come in questa stagione il Livorno sia stato spesso sfavorito dalle decisioni arbitrali. Nel post partita sono arrivate dichiarazioni fortissime: “Sono stanchissimo, quello che ci sta accadendo da molte partite è uno scandalo. Se mi vogliono fuori dal calcio li accontento: avranno questa soddisfazione, questa è la mia ultima gara da presidente del Livorno. Lascio il calcio, è una decisione definitiva ed irrevocabile“, rimarcate poi dal comunicato apparso questa mattina sul sito web degli amaranto. “L’A.S. Livorno Calcio srl informa che dalla data odierna il Presidente Aldo Spinelli e l’Amministratore Delegato Roberto Spinelli si dimettono dai loro rispettivi incarichi nel Consiglio di Amministrazione della Società amaranto”, questo il lapidario comunicato del Livorno.

“Ci sta accadendo qualcosa di allucinante – ha sottolineato l’allenatore del Livorno Bortolo Mutti ai microfoni di Sky Sport – ci stanno mettendo sempre in difficoltà, preferirei perdere per demeriti della squadra. Il loro gol? Cosa devo dire, è incredibile, era impossibile non vedere il fuorigioco sul gol del Como. Certi direttori di gara andrebbero cacciati, abbiamo bisogno di essere tutelati. Un esonero? E’ normale essere a rischio dopo questi risultati, vedremo cosa deciderà la società”. In Toscana sperano che Spinelli possa tornare sui suoi passi, come sottolineato dal ds Ceravolo, intercettato da tuttomercatoweb: “E’ stata una reazione a caldo, spero che il presidente possa ripensarci. E’ un uomo che ha dato molto al calcio, perderlo sarebbe un fattore negativo per tutto il movimento”.