SHARE

Coman

I giocatori più veloci della Bundesliga: per ora, in questa stagione, nessuno riesce a stare al passo dell’ex juventino Kingsley Coman.

“Curre curre guagliò” non è soltanto una canzone dei 99 Posse, bensì un vero e proprio invito a fare, nel mondo del calcio, quello che a conti fatti serve di più: senza macinare km su km di corsa, le reti e le grandi giocate che portano a vittorie e trofei resterebbero solo una fantasia malsana. In Bundesliga, a quanto pare, si corre davvero molto: andiamo quindi a vedere chi sono i cinque giocatori con il rendimento più alto in questa particolare graduatoria di valutazione. Perché, si sa, bisogna vivere veloci.

Ultimo ma non ultimo troviamo Daniel Ginczek, attaccante dello Stoccarda: il tedesco nativo di Arnsberg ha totalizzato un massimo valore di 34,95 km orari. Al quarto posto troviamo il giovanissimo Levin Mete Öztunalı, di proprietà del Bayer Leverkusen ma in prestito al Werder Brema: il classe 1996 supera di pochissimo il Ginczek con un 34, 96. Stesso discorso per Leroy Sane, calciatore dello Schalke 04 che con il suo 34, 97 si pone davanti ai suoi colleghi precedentemente citati nella classifica. In seconda posizione troviamo l’ormai ubiquo Pierre-Emerick Aubameyang: l’ex calciatore del Milan, presente in quasi tutte le classifiche di valutazione della Bundesliga, vince la medaglia d’argento con un ottimo 34,98.

A dominare però questa Top 5 è l’ex calciatore della Juventus Kingley Coman: il ragazzo del Bayern Monaco, che sembra aver trovato una continuità invidiabile, mette tutti in riga avendo totalizzato un clamoroso 35,06 per quanto riguarda i km orari raggiunti. Un risultato che testimonia la notevole bravura di Coman, calciatore al quale forse in Italia è stata data troppa pressione: considerato fin da subito un potenziale “nuovo Pogba” per via dell’operazione simile con la quale la Juventus l’ha acquistato, il calciatore in realtà ha trovato ben poco spazio in bianconero, preferendo andare a giocare altrove. Coman sembra aver conquistato ormai da mesi la fiducia di Guardiola: saprà fare lo stesso con Ancelotti? Intanto, a prescindere, i risultati in campo sembrano essere confortanti.