Genoa, Cerci si presenta: “Ho sbagliato ad andare al Milan”

Genoa, Cerci si presenta: “Ho sbagliato ad andare al Milan”

cerci

Alessio Cerci, neo-acquisto del Genoa, si è presentato in conferenza stampa poche ore fa. Ecco le sue dichiarazioni dell’ex rossonero:

GENOA – “Devo ringraziare il Presidente che mi ha tanto inseguito non solo in questa sessione di mercato ma anche in precedenza quando poi io decisi di andare al Torino. Ho trovato qui un ambiente allegro, con molte persone disponibili nei miei confronti. Insomma tanto affetto che mi ha subito fatto star bene. Per me il Genoa è una grande opportunità per ritornare quello che ero dopo un anno in cui non ho fatto certamente bene. Voglio tornare ad essere il vero Cerci, non quello di Madrid o di Milano”

GASPERINI – “Il gioco di Gasperini col Genoa è adatto alle mie caratteristiche con gli esterni che attaccano molto. Io sono molto motivato, ho tanta voglia di fare e sono contento ripeto di aver trovato gente che crede in me. Avevo bisogno di trovare un posto dove potessi sentire la fiducia nei miei confronti”.

MODULO – “In granata giocavo con Immobile centrale, eravamo solo in due. Qui nel 3-4-3 di Gasperini dovrei trovarmi ancora meglio. Conosco alcuni giocatori come Perin che è stato mio compagno in Nazionale. Ritengo che la squadra abbia ottenuto meno punti di quello che meritava effettivamente. Io devo migliorare, non sono ancora al top. Lavorando lo tornerò ad essere”

MILAN – “E’ un capitolo chiuso e non voglio riaprirlo. Probabilmente ho fatto male a lasciare l’Atletico Madrid per andare a Milano. Avrei dovuto aspettare. Parliamo però di Genoa, sul Milan non voglio più dir nulla”.

CAMPIONATO – “Ci attende adesso un ciclo di gare difficile, la prima contro una Fiorentina che è squadra pericolosa. Noi però dobbiamo guardare in casa nostra e cercare di fare punti a partire dalla gara di domenica”.

PAVOLETTI – “Ho seguito il Genoa in questi mesi. Leonardo è un attaccante centrale molto valido con cui spero di creare un ottimo affiatamento”

NAZIONALE – “Credo in me e penso che nell’ultimo stage della Nazionale io c’ero. Voglio tornare a far parte di quel gruppo. Qui c’è l’ambiente giusto per crescere e che mi permetterà di tornare in azzurro. Io voglio essere presente al prossimo Europeo”.