Milan, Barbara Berlusconi: “Dobbiamo essere onesti coi tifosi, obiettivo Europa League”

Milan, Barbara Berlusconi: “Dobbiamo essere onesti coi tifosi, obiettivo Europa League”

barbara berlusconi-milan

Durante la conferenza stampa di presentazione del Derby per la Pace, iniziativa promossa da Scholas, la fondazione pontificia costituita da Papa Francesco, Barbara Berlusconi ha rilasciato dichiarazioni che faranno discutere, se non altro perchè decisamente in contrasto con quanto dichiarato nel corso dei mesi dal padre e dall’altro amministratore delegato Adriano Galliani.

Durante la conferenza stampa, cui hanno preso parte anche il capitano del Milan Riccardo Montolivo, quello dell’Inter Mauro Icardi ed il vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti, Barbara Berlusconi ha lanciato un appello ai tifosi milanisti: “Credo che si debba essere onesti, credo che l’obiettivo per quest’anno sia l’Europa League, ma dall’anno prossimo bisognerà puntare alla Champions League. Abbiamo investito tanto, quindi la squadra è solida e per questo bisognerà ambire e raggiungere obiettivi importanti nelle prossime stagioni. Spero che la curva non contesti anche domenica. Siamo convinti di aver agito per il bene della squadra e dei tifosi. Lavorare in un sistema teso non aiuta. Si scontrano in un evento mondiale due club importanti. Insieme hanno più di 700 milioni di fan nel mondo. Al di là del risultato spero possa essere un momento di gioia per tutti“.
Parole apparentemente banali, soprattutto vista la situazione di classifica dei rossoneri, virtualmente in corsa per il terzo posto ma realisticamente in lotta per un piazzamento in Europa League, ma che risultano essere in realtà la prima ammissione di scarsa competitività della squadra dal 2012 a questa parte. Le parole dell’AD rossonero non faranno sicuramente piacere al presidente e al collega Galliani, che anche di fronte all’evidenza hanno sempre ritenuto la squadra all’altezza degli obiettivi prefissati.
Barbara Berlusconi ha inoltre detto la sua sulla trattativa infinita con la cordata capeggiata da Mr Bee: “In veste di ad e azionista Fininvest cerco di stare lontano dalla trattativa con Mr. Bee. Questa trattativa porta momenti di stallo. Spero l’affare possa concludersi presto per il bene della Società che sta andando avanti in tantissimi progetti di innovazione. Si sono anche perse però occasioni“.
Non manca un commento sul rapporto tormentato con Adriano Galliani: “Io e Galliani immaginiamo il futuro del calcio in modi differenti, ma non c’è volta in cui non abbiamo collaborato. Abbiamo punti di vista diversi, età e obiettivi a tendere diversi ma il bene della squadra è la prima cosa. Abbiamo due ruoli diversi ma mai come ora è importante la collaborazione. Nel piano UEFA dei prossimi quattro anni abbiamo deciso assieme gli obiettivi.”