Chievo-Juventus, probabili formazioni: gioca Morata

Morata

Il lunch match della ventiduesima di Serie A andrà in scena al Bentegodi di Verona per un Chievo-Juventus che sarà da antipasto al derby di domenica sera fra Milan e Inter. Allegri, alla ricerca della dodicesima vittoria consecutiva per agganciare il record della storia bianconera stabilito da Antonio Conte, punterà sul blocco dei titolarissimi: tanti indisponibili invece per Rolando Maran.

Chievo-Juventus, le probabili formazioni

Chievo (4-3-1-2) Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Spolli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Pepe; Birsa; M’Poku, Inglese. Allenatore: Maran.

Juventus (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata. Allenatore: Allegri.

Chievo-Juventus, le ultime dai campi di allenamento

Qui Chievo Maran deve fare i conti con molti indisponibili: mancano Gamberini, Meggiorini ed Hetemaj, così il centrocampo dei padroni di casa sarà molto offensivo, con Castro e Pepe a fare da mezzali. In attacco, vista l’assenza di Meggiorini e la partenza di Paloschi, ci sarà M’Poku accanto ad Inglese, mentre nella linea difensiva a protezione di Albano Bizzarri ci sarà il neoacquisto Spolli, che ritrova Maran dopo averlo incrociato a Catania. Sulle fasce Frey insidia Cacciatore, autore di prestazioni non eccelse nelle ultime uscite.

Qui Juventus Allegri deve fare a meno di Mandzukic, finito ko in Coppa Italia: al suo posto ci sarà Morata. Ottimo banco di prova per lo spagnolo, chiamato a dare continuità a seguito della doppietta in Coppa Italia contro l’Inter. Per il resto formazione tipo con Alex Sandro e Lichtsteiner favoriti su Cuadrado ed Evra, con il colombiano che probabilmente entrerà a partita in corso per aiutare con le sue accelerazioni. In difesa torna Barzagli al fianco di Bonucci e Chiellini, difficile che Allegri proponga uno fra Rugani e Caceres. Asamoah in dubbio, in giornata gli esami strumentali per lui e Mandzukic: la lista dei convocati verrò svelata nella giornata di domani. Si lavora intanto al rientro di Pereyra, pedina molto importante per il gioco di Allegri che è rimasta a lungo ai box.