Atalanta-Sassuolo 1-1, analisi e pagelle: Berardi segna ma non basta, Denis saluta la serie A

Atalanta-Sassuolo 1-1, analisi e pagelle: Berardi segna ma non basta, Denis saluta la serie A

Atalanta-Sassuolo finisce 1-1, al termine di una partita per lunghi tratti piacevole e divertente, soprattutto per merito degli ospiti. Grande emozione per il saluto a German Denis, autore della rete del pareggio atalantino: El Tanque saluta il calcio italiano, lo aspetta l’Independiente.

CHIAVE TATTICA Clima inglese, squadre corte, costante ricerca del gioco in verticale e ritmo forsennato. Atalanta e Sassuolo divertono e confermano il bel lavoro di due tecnici, Reja e Di Francesco, con le idee simili e molto chiare nonostante la differenza d’età. Il più esperto degli allenatori della serie A, conferma lo schieramento che bene aveva fatto due settimane fa contro l’Inter e meno a Frosinone, nello 0-0 di sette giorni fa; l’allievo di Zeman invece, sorprende tutti lasciando a riposo in vista del turno infrasettimanale sia Cannavaro che Peluso, sostituiti da Antei (all’esordio stagionale) e Longhi. A cominciare meglio è il Sassuolo che aggredisce la partita, spinto dalla vivacità di Berardi a sinistra e Vrsaljko, terzino con licenza di offendere, a destra; l’Atalanta appare sorpresa ma tiene, con i centrocampisti sempre pronti a cercare in profondità le punte. Un errata lettura da parte di Dramè (tagliato fuori da un lancio di Magnanelli), innesca lo scatenato Vrsaljko che mette al centro dove Berardi non può sbagliare, siglando il suo primo gol su azione in campionato (al 6′ ne aveva segnato un altro, annullato ingiustamente su segnalazione dell’assistente). I padroni di casa sbandano vistosamente ma hanno la fortuna di trovare subito il pareggio: Consigli in uscita travolge Kurtic, con Antei che prima dell’intervento del suo portiere aveva anticipato lo sloveno. Per l’arbitro Gavillucci è rigore, con Denis che dal dischetto realizza dopo l’iniziale respinta dell’ex compagno Consigli e corre ad abbracciare il figlio dietro la porta (56esimo gol in A con la maglia nerazzurra per El Tanque). Atalanta dal 23′ con Diamanti che affianca Gomez alle spalle del centravanti argentino, accettando di buon grado il ritmo alto che il Sassuolo impone alla gara anche nella prima parte del secondo tempo; i cambi di Di Francesco nel tridente offensivo incidono poco stavolta, nonostante la pressione che i suoi esercitano nella metà campo avversaria. La passerella finale è per Denis che riceve lo standing ovation di tutto lo stadio nel momento in cui lascia il posto a Borriello; i tentativi del Sassuolo sono timidi e imprecisi. Atalanta e Sassuolo si dividono la posta in palio.

I PROTAGONISTI L’avvincente duello tra Conti e Berardi sulla fascia di competenza caratterizza gran parte della gara. I due classe ’94, al netto di qualche difetto caratteriale ancora da limare, confermano ancora una volta di poter rappresentare il futuro del nostro calcio. La grande giornata di German Denis, prossimo al ritorno in Argentina, si chiude  invece con la 56esima rete in A del centravanti atalantino che si congeda così nel migliore dei modi dal calcio italiano. Menzione speciale per de Roon e Magnanelli, davvero imprescindibili per il gioco delle due squadre.

LA GIOCATA Libero di impostare in mezzo al campo, capitan Magnanelli lancia in profondità Vrsaljko che aggira l’ingenuo Dramè (fatale il suo errore nel posizionamento del corpo), mettendo in mezzo il cross sporcato da Cherubin che trova pronto Berardi, lesto a portare in vantaggio i suoi. Non solo quantità per il numero 4 neroverde, ma una presenza costante, con l’aggiunta di lanci illuminanti e una sagacia tattica davvero difficile da riscontrare altrove.

IL MOMENTO Il vantaggio di Berardi è meritato e sembra mettere in discesa la gara del Sassuolo di Di Francesco, raggiunto solo qualche minuto dopo dal gol di Denis. La costante ricerca del gioco e della porta avversaria, tradisce stavolta gli uomini in bianco che si fanno sorprendere da un taglio in profondità di Kurtic. Ma i dettami tattici (difesa sempre alta) sono chiarissimi: al di là del punteggio, è questa la filosofia del Sassuolo.

TABELLINO

ATALANTA-SASSUOLO 1-1 (27′ Berardi, 32′ Denis)

ATALANTA (3-5-1-1): Sportiello 6; Cherubin 6, Masiello 6,5, Toloi 6 (23′ Diamanti 5); Conti 6, Kurtic 6 (72′ Migliaccio 6), de Roon 6,5, Cigarini 6, Dramè 5; Gomez 5,5; Denis 6,5 (81′ Borriello s.v.). All. Reja

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6,5; Vrsaliko 6,5, Antei 6, Acerbi 6, Longhi 5,5; Duncan 6, Magnanelli 7, Biondini 6; Defrel 5,5 (71′ Trotta 5,5), Falcinelli 6 (71′ Sansone 6), Berardi 6,5 (90′ Politano s.v.) All. Di Francesco

AMMONITI Conti (A), Consigli (S), Berardi (S), Defrel (S), Diamanti (A), Longhi (S)