Barcellona-Atletico Madrid 2-1, analisi e pagelle: Suarez agguanta la vetta

Barcellona-Atletico Madrid 2-1, analisi e pagelle: Suarez agguanta la vetta

suarez

Con il Real Madrid distante 4 lunghezze a condividere la testa della classifica della Liga alla vigilia di questo turno erano Barcellona (una gara in meno) e Atletico Madrid che nell’infuocata cornice del Camp Nou si sono affrontate in un vero e proprio testa a testa valido per il primato. Tre punti e vetta della graduatoria vanno al Barcellona vincente per 2-1 grazie alle reti in rimonta di Messi e Suarez.

LA CHIAVE TATTICA – L’approccio al match dell’Atletico è da manuale grazie ad un pressing ordinato che sorprende il Barça in avvio e concede dopo neanche due giri d’orologio la palla del vantaggio a Saul che fa solamente da preludio alla rete dell’1-0 firmata di li a poco dallo spagnolo Koke con un destro al volo, abilissimo a tramutare in rete la bella iniziativa sulla fascia dello stesso Saul. Il pubblico del Camp Nou, complice anche la tenacia dell’Atletico assiste ad una gara sin da subito vivace con ritmi elevatissimi e con una intensità a tratti surreale. El Cholo ha vestito i suoi con un compattissimo 4-4-2 che grazie anche all’aiuto a turno dei due attaccanti diventa 4-5-1 in fase di non possesso mettendo in mostra linee strettissime, favorendo un pressing efficace e delle ripartenze rapide verso la metà campo del Barça. I blaugrana invece nei primi 20 minuti attendono troppo i ‘colchoneros’ eccessivamente liberi di muovere il pallone al limite dell’area di casa. Sale però presto in cattedra la ‘MSN’ e Lione Messi rimette il match in parità alla mezz’ora dopo una bella combinazione sulla sinistra. Timida la reazione del Madrid che non riesce a trovare compattezza e concentrazione dell’avvio concedendo in rapida successione nell’ultimo quarto d’ora anche il vantaggio a Suarez e l’uomo in più per un’entrataccia di Filipe Luis su Messi da rosso diretto. Al rientro dagli spogliatoi la prima sorpresa si chiama Jesus Gamez che rimpiazza Gabi e consente agli ospiti di disporsi con un 4-4-1 per contenere i danni. Il Barça non approfitta però subito della superiorità numerica e con orgoglio l’Atletico ci prova sfiorando il clamoroso pari con Griezmann. Il pressing dei biancorossi si affievolisce quasi definitivamente da metà frazione quando Godin raccoglie il secondo giallo personale e lascia i ragazzi di Simeone in 9. Situazione difficile che si fa addirittura critica una manciata di minuti dopo con il KO di Augusto Fernandez costretto a lasciare il campo a Thomas. Muove le prime pedine anche Luis Enrique che si gode dalla panchina lo spettacolo offerto dai suoi. Nel finale nonostante la buona volontà dei madrileni la gara è totalmente indirizzata e per il Barcellona è pura accademia con un Messi sugli scudi. Si chiude così 2-1 dopo 3 minuti di recupero.

I PROTAGONISTI – Messi e Neymar inventano e Suarez colpisce: la ‘MSN’ sale in cattedra nella seconda parte del primo tempo e di fatto decide il match. Eccezionale l’argentino che oltre alla solita fase di costruzione mette in mostra un’inedita e molto efficace fase di non possesso, sacrificandosi a tratti anche in ripiegamento. Sempre famelico l’uruguayano sotto porta. Se il Barça porta a casa il bottino pieno però deve ringraziare anche le parate di Bravo decisivo in avvio su Saul ma soprattutto nella ripresa con i piedi su Griezmann. Protagonista in negativo invece Filipe Luis che al termine di un primo tempo giocato in modo sufficiente macchia la sua gara e pregiudica quella dei ‘colchoneros’ con il primo rosso di giornata. Discorso simile per Godin che offre fin quando in campo una prova sontuosa, tenendo a galla la difesa ospite. Come il compagno di reparto lascia però i suoi anzitempo a causa di un doppio giallo. Male Gimenez sul 2-1 di Suarez.

LA GIOCATA – Splendida l’azione che porta al goal dell’1-1 dei blaugrana: apre le danze Neymar al limite dell’area che si smarca bene e trova sulla corsa l’inserimento al bacio di Alba bravissimo ad alzare la testa e a completare il triangolo con Leo Messi che impatta al meglio il mancino per il pareggio momentaneo.

IL MOMENTO – Il pareggio di Messi alla mezz’ora sveglia il Barça e smonta l’Atletico che poi a stretto giro di posta si fa male da solo per ben due volte con l’ingenuità sul 2-1 e il rosso diretto di Filipe Luis che indirizza irrimediabilmente la partita.

TABELLINO E PAGELLE:

Barcellona-Atletico Madrid 2-1 (10′ Koke, 30′ Messi, 38′ Suarez)

Ammoniti: Godin (x2), Gabi, Juanfran (A)

Espulsi: Filipe Luis, Godin (A)

Barcellona (4-3-3): Bravo 7; Dani Alves 6+ (Sergi Roberto sv), Mascherano 6, Piqué 6, Alba 6,5; Iniesta 6, Busquets 6+, Rakitic 6 (Arda Turan 6); Messi 7,5, Suarez 7, Neymar 6,5. Allenatore: Luis Enrique.

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak 5,5; Juanfran 6, Gimenez 5,5, Godin 6, Filipe Luis 4,5; Saul 6,5, Augusto 6 (Thomas sv), Gabi 5,5 (Gamez 5.5), Koke 6,5; Carrasco 6, Griezmann 5,5 (Savic 6). Allenatore: Simeone.