Halfredsson, l’addio al Verona in una lettera: “Ho dato l’anima”

Dario Marotta
30/01/2016

Halfredsson, l’addio al Verona in una lettera: “Ho dato l’anima”

halfredsson

Cinque anni e rotti sul prato verde del Bentegodi, prima dell’addio, in un momento complicato e triste per l’Hellas, impelagato nei bassifondi della classifica e, salvo miracoli, condannato alla retrocessione. Saluta Emil Halfredsson, partito per Udine e forse già in campo domani con la nuova maglia bianconera. Ma il passato recente, fatto di una doppia promozione dalla lega pro alla serie A, non può essere dimenticato così in fretta e così, l’ex centrocampista, tra le altre, di Reggina e Malmö, ha deciso di salutare i suoi vecchi tifosi con una lettera di commiato pubblicata sul profiilo facebook della società scaligera:

“Veronesi, Tifosi gialloblù qui ho trascorso i migliori anni della mia vita, non soltanto sportiva. Qui ho consolidato il rapporto con mia moglie, qui ho trovato un conforto vero e sincero dopo la scomparsa di mio padre, qui è nato mio figlio, e qui intendo far nascere il secondogenito, a prescindere dalla scelta che mi ha portato a legarmi a un nuovo Club, l’Udinese, e a cercare quindi nuovi stimoli ed un nuovo percorso professionale. Ho dato tutto per questa squadra, l’anima come si dice in Italia e mi spiace lasciare proprio ora, in un momento di difficoltà, e con tanti amici più che compagni con i quali ho condiviso tanti momenti belli. Ho voluto cogliere questa nuova opportunità e ringrazio la Società per la disponibilità. Auguro a tutti, anche ai nuovi calciatori dell’Hellas, di continuare a lottare e a credere ancora, come abbiamo sempre fatto, per il raggiungimento dell’obiettivo finale. Non sono una persona che parla tanto e lo sapete, spero che queste poche righe possano trasmettervi qualcosa, l’amore incondizionato che nutro per questa città, per l’Hellas e per i suoi Tifosi, orgoglioso di aver indossato questa maglia voglio terminare con un semplice GRAZIE ma con tutto il cuore. Arrivederci il vostro Emil»