Milan-Inter 3-0, analisi e pagelle: il derby è rossonero

Milan-Inter 3-0, analisi e pagelle: il derby è rossonero

Niang

A San Siro si chiude la 22/a giornata con Milan-Inter, derby della Madonnina. La stracittadina milanese, in equilibrio per larghi tratti si sblocca nel finale di primo tempo e a metà del secondo trova la sua risoluzione definitiva. Termina 3-0 per i rossoneri con le reti di Alex, Bacca e Niang.

LA CHIAVE TATTICA – Mihajlovic sceglie il classico 4-4-2, mentre Mancini risponde con quello che sulla carta sembra essere un iper-offensivo 4-2-3-1, che propone il quartetto composto da Ljajic, Perisic, Eder e Jovetic alla guida della fase offensiva. L’avvio di gara è scoppiettante e vede l’Inter subito propositiva e a caccia del vantaggio sfruttando in particolare la fascia destra grazie alle accelerazioni di Perisic che mettono in difficoltà e non poco Antonelli. Lo scacchiere tattico nerazzurro cerca di non dare punti di riferimento offensivi alternando ad ogni sortita le posizioni dei 4 interpreti, evidenziando spesso però Eder e Jovetic quasi affiancati a comporre una coppia d’attacco che consente agli ospiti di disporsi a specchio. Dall’altra parte invece il Milan passata la paura iniziale, dovuta anche ad una scarsa pressione della mediana, comincia ad uscire dal guscio grazie all’intraprendenza dell’accoppiata Honda-Kucka che prende in mano il gioco. Archiviata però una prima fase divertente in cui le squadre sono apparse subito lunghe e dedite più all’offensiva che al contenimento, col passare dei minuti a rubare la scena è stato un gioco decisamente più maschio ed ugualmente intenso. La rete di Alex di testa rompe l’equilibrio e incanala il derby sui binari rossoneri spedendo le squadre al riposo sull’1-0. Al rientro dagli spogliatoi il match si innervosisce. Gli errori tecnici abbondano, lo spettacolo cala e l’Inter non riesce a trovare la giocata giusto per raggiungere il pareggio. Mancini allora mette mano alla panchina ed inserisce Icardi per dare maggiore profondità ai nerazzurri. La mossa almeno nell’immediato paga: l’argentino si inserisce in area e costringe all’intervento Donnarumma, guadagnando sul prosieguo dell’azione il possibile rigore del pareggio. Dal dischetto l’argentino sbaglia e pochi minuti dopo la più antica legge del calcio si manifesta puntuale: ‘goal sbagliato, goal subito’. Bacca raddoppia e manda il Milan in controllo di gara. I rossoneri gestiscono il finale trovando anche il tris con Niang che di fatto fa calare il sipario. Si chiude quindi 3-0 per gli uomini di Mihajlovic.

I PROTAGONISTI – Tra i migliori spicca sicuramente il centrale brasiliano Alex per la rete che sblocca il match e per molto altro: eccezionale in chiusura sugli attacchi nerazzurri, insieme al compagno di reparto Romagnoli tiene imbattuta la porta. Unica macchia il fallo da rigore su Icardi. Bene anche Honda che fa ammattire Juan Jesus sulla destra, mentre Niang vive una gara dai due volti con un secondo tempo in costante crescita. Nell’Inter ci prova Perisic ma non basta; non pervenuti gli altri attaccanti nerazzurri. Chiudiamo con Icardi, entrato per dare la svolta: purtroppo per lui il calcio di rigore fallito pesa e non poco sul risultato finale, dando sì la svolta definitiva alla gara ma in senso negativo.

IL MOMENTO – Il momento che decide il match è sicuramente da ricercare intorno al 70′ quando in pochi minuti Icardi sbaglia il rigore del possibile 1-1 e il Milan una manciata di secondi dopo approfitta del contraccolpo psicologico per piazzare la zampata del 2-0 con Bacca.

LA GIOCATA – E’ Icardi il protagonista della giocata del match con il calcio di rigore fallito: l’argentino costringe prima alla gran parata Donnarumma, poi cade in area dopo il contatto con Alex e guadagna rigore. Dal dischetto però non si dimostra freddo e spedisce il pallone sul palo.

Mauro Icardi sbaglia il rigore del possibile 1-1 nel Derby…E due minuti dopo Carlos Bacca fa 2-0

Pubblicato da Mai Dire Calcio su Domenica 31 gennaio 2016

TABELLINO E PAGELLE:

Milan-Inter 3-0 (35′ Alex, 73′ Bacca, 77′ Niang)

Ammoniti: Kucka, Alex, Balotelli (M), Jovetic (I)

Espulsi:

MILAN (4-4-2): Donnarumma 6; Abate 6,5, Alex 7, Romagnoli 6,5, Antonelli 5,5; Honda 7,5 (Boateng sv), Kucka 6,5, Montolivo 6,5, Bonaventura 6,5; Niang 7 (Balotelli sv), Bacca 6,5 (Bertolacci sv)

Allenatore: Mihajlovic

INTER (4-2-3-1): Handanovic 5,5; Santon 4,5, Miranda 5,5, Murillo 5,5, J. Jesus 5; Medel 5,5, Brozovic 5,5; Eder 5,5, Ljajic 5,5 (Telles sv), Perisic 6 (Melo sv); Jovetic 5 (Icardi 4,5)

Allenatore: Mancini

ARBITRO: Damato di Barletta