Napoli-Empoli formazioni ufficiali: partenopei al completo, rientra Paredes negli ospiti

Napoli-Empoli formazioni ufficiali: partenopei al completo, rientra Paredes negli ospiti

napoli-inter-higuain

Così in campo alle ore 15:00 allo stadio San Paolo per Napoli-Empoli, match della 22/a giornata di campionato:

Il Napoli scende in campo con la formazione tipo, nell’Empoli rientra Paredes in cabina di regia.

NAPOLI-EMPOLI FORMAZIONI UFFICIALI (ore 15:00)

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne.
A disp.: Gabriel, Rafael, Strinic, Chiriches, Maggio, Luperto, Chalobah, Valdifiori, D. Lopez, El Kaddouri, Mertens, Gabbiadini
All.: Sarri
Squalificati: –
Indisponibili: Grassi

EMPOLI  (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Tonelli, Camporese, Mario Rui; Zielinski, Paredes, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone
A disp.: Pelagotti, Maiello, Bittante, Zambelli, Dioussè, Buchel, Krunic, Mchedlidze, Piu, Livaja
All.: Giampaolo
Squalificati:
Indisponibili: Costa

 

NAPOLI-EMPOLI, SARRI E GIAMPAOLO IN CONFERENZA STAMPA

SARRI“L’Empoli è una squadra davvero forte ed organizzata, sarà durissima. Confido nel pubblico e in Higuain. Rivedrò persone a cui sono molto affezionato e dalle quali ho imparato tanto. Finisce lì però, una volta in campo sarà una partita difficilissima, L’Empoli in trasferta ha fatto 15 punti in 7 partite. Quella di Giampaolo è una squadra pericolosissima e fra tre anni rileggiamo la formazione dell’Empoli ci accorgeremo che sono grandi giocatori, almeno tre diventeranno dei grandissimi. Higuain si è allenato regolarmente, giovedì ha subito un semplice colpo al polpaccio, non ci sono problemi.

Noi al top ora? Spero di no perché altrimenti siamo destinati a peggiorare. Un gruppo deve sempre migliorare, speriamo che il meglio debba ancora venire. Renzi dice che il Napoli vincerà lo scudetto? Non so quanto ne capisca di calcio, ma spero se ne intenda. Ripeto sull’Empoli: ha un gran palleggio, doti straordinarie e tanta organizzazione, con tre o quattro elementi da top club. Grassi e Regini? Il mercato lo fa la società, io non ho chiesto nessuno e faccio il meglio con le risorse che ho a disposizione. Lotta scudetto? La Juventus ha più esperienza, noi dobbiamo ragionare gara dopo gara. Io comunque non ho in mente lo scudetto. La Juve ha monopolizzato il calcio italiano. Nonostante la classifica dopo le prime giornate era chiaro che sarebbe risalita. Abbiamo bisogno di battere l’Empoli, anche con l’aiuto del pubblico. Miei obiettivi per questa stagione Conta ciò che vuole la società, cioè un anno di costruzione, e gli obiettivi individuali contano zero.

Eder vuole essere come Callejon? Dice bene, Josè è determinante non solo per i 7 gol segnati ma anche perché tatticamente è straordinario e ci consente di avere equilibrio. È nella maturità completa, rende tanto e su livelli elevatissimi. Regini centrale o terzino sinistro? Rispondo solo quando sarà ufficiale. Il mercato delle altre? L’Inter con Eder ha fatto un bel colpo. Higuain dice che mi sarà per sempre grato? Anche io a lui se continua a segnare (ride, ndr). Spero segni domani, perché abbiamo bisogno di punti. Giampaolo? All’Empoli ha saputo dare una sua mentalità, migliorandolo anche nel gioco. Saponara? All’andata nel primo tempo fu grandioso, disse che le mie parole lo caricarono, perciò stavolta non dico niente…”.

GIAMPAOLO“Scudetto? Napoli e Juventus sono entrambe favorite, sono due squadre forti che esprimono un calcio diverso ma se la giocano alla pari. Vedere Sarri giocarsi il campionato vuol dire che anche nelle grandi si può ancora allenare e non solo gestire come dicono in tanti. Il mercato aperto un mese falsa il campionato, io penso che si possa fare al massimo un’operazione ma se fai tanti cambiamenti vuol dire che hai lavorato male prima. E’ umano che i giocatori si sentano lusingati da richieste di squadre importanti, non è colpa loro. Barba? Non è convocato ma la sua cessione allo Stoccarda non è ancora ufficiale (questo ieri). Camporese? E’ giunto il suo momento, si è sempre allenato bene ed ora avrà una grossa opportunità contro una grande squadra come il Napoli, che esprime un grande gioco. Rischi di giocare sempre in affanno contro gli azzurri, è un banco di prova molto importante per capire come sapremo confrontarci con le difficoltà, ma ce la giocheremo a viso aperto”.