Sousa: “Ci sentiamo penalizzati. Tutti fanno delle scelte, oggi ho pagato la mia”

Sousa: “Ci sentiamo penalizzati. Tutti fanno delle scelte, oggi ho pagato la mia”

173805170-bfd14b49-f662-4777-9c9f-a018bb77d8d0

Battuta d’arresto per la Fiorentina di Paulo Sousa che pareggia a reti bianche contro il Genoa allo Stadio Ferraris. Napoli e Juventus vincono, convincono e si allontanano in classifica, in attesa di sapere quale sarà il risultato dell’Inter impegnata in serata nel derby di Milano. Ora si fa dura per i viola, il sogno scudetto potrebbe essere definitivamente archiviato dopo lo stop contro il Genoa di Gasperini. Nel post-partita a parlare è il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa, il quale si è reso protagonista di un siparietto che gli è costato l’espulsione: il tecnico portoghese ha rimediato un cartellino rosso stoppando, poco prima che uscisse dal rettangolo di gioco, un pallone destinato a terminare oltre la linea bianca nei pressi della sua panchina. Il tecnico viola salterà la gara infrasettimanale contro il Carpi, queste intanto sono le sue dichiarazioni al termine di Genoa-Fiorentina: “Noi cerchiamo sempre di essere il più educati possibile e di aiutare gli arbitri, ma ci sono delle volte in cui ci sentiamo penalizzati da certi atteggiamenti. Spero che anche loro possano migliorare partita dopo partita, così come miglioriamo noi. In campo tutti fanno delle scelte, ad esempio io quella di prendere la palla prima che uscisse l’ho pagata con l’espulsione. Abbiamo fatto una partita in salita perché il Genoa era molto aggressivo e ci pressava a tutto campo fin dall’inizio, mentre nel secondo tempo siamo cresciuti e forse meritavamo anche di vincere la partita”.

Mammana sfumato all’ultimo minuto? Non voglio ripetermi, sono solo concentrato a migliorarmi e a migliorare la mia squadra. Io rimango positivo, sappiamo che queste cose nel calcio succedono. Kalinic non segna dal 2015? Ha bisogno di recuperare, ha ottime caratteristiche come quella di trascinare la squadra ad alta pressione e creare opportunità su opportunità. Però abbiamo comunque altri calciatori che stanno facendo bene”.