Berlusconi: “Mr. Bee? Ci sono delle scadenze. Prematuro confermare Mihajlovic”

Berlusconi: “Mr. Bee? Ci sono delle scadenze. Prematuro confermare Mihajlovic”

CaFLGUkXEAAN44b

Dopo la vittoria per 3-0 contro l’Inter nel derby di Milano, in casa rossonera c’è voglia di sorridere e far festa. Entusiasta e raggiante ai microfoni della stampa è apparso anche il presidente del Milan Silvio Berlusconi, che ieri notte ha parlato della partita e non solo. Queste le parole del presidente rossonero: “E’ stata davvero una giornata positiva. Possiamo ancora credere alla qualificazione in Champions League, non mettiamo da parte la speranza di poter  accedere anche noi alla competizione, dovendo ancora incontrare tutte le squadre che ci precedono. Vediamo quali risultati potrà raggiungere la squadra. Ovviamente l’obiettivo più a portata di mano è l’Europa League, ma non è escluso che si possa arrivare al terzo posto. La cosa che mi è piaciuta di più questa sera? Sicuramente la grinta messa in campo, anche se si può sempre migliorare, in tutto. Bacca è un sicuro realizzatore, fa quello che deve fare un attaccante quando ha l’occasione, ovvero far gol. Tutta la squadra, però, ha meritato i complimenti stasera”.

“Anche Mihajlovic si è meritato i complimenti: se lui è l’allenatore del Milan significa che la società ritiene che stia lavorando bene, ma credo sia ancora prematuro parlare di una sua conferma a fine anno. Non abbiamo ancora pensato alla prossima stagione, quindi neanche ad un possibile arrivo di Antonio Conte. La permanenza di Mihajlovic dipende dai risultati? Come tutti gli allenatori di tutte le squadre. Invece con Mr. Bee stiamo vedendo, la crisi sui mercati ha influito sugli accordi che lui aveva preso con i gruppi cinesi. Inoltre c’è da dire che io tratto anche con altri, l’obiettivo è avere a disposizione le risorse per regalare al Milan un grande futuro e per tornare ad essere competitivi in Italia, in Europa e nel mondo. Ci sono delle scadenze, è vero, e sono molto vicine. Avrei preferito concludere presto il tutto”.