SHARE

bonucci juventus 2016

Tutto pronto al Matusa per il calcio di inizio di Frosinone-Juventus: gli uomini di Stellone ricevono i bianconeri con la voglia di stupire, proprio come all’andata, quando allo Juventus Stadium, conquistarono un pareggio inaspettato. Così il mister dei ciociari opta per un classico 4-4-2 schierando Leali tra i pali, preferito ancora al nuovo arrivato Bardi, mentre in difesa il mattatore dell’andata Blanchard guiderà il reparto con Russo, Rosi e Crivello. A centrocampo Gori, Chibsah, Sammarco e Tonev formeranno il muro anti-juve, mentre in attacco spazio ai soliti Ciofani e Dionisi. Dall’altra parte Allegri fa la conta degli infortunati: dopo Mandzukic, Asamoah e Khedira il turno infrasettimanale ha lasciato in eredità il pesante KO di Caceres, oltre alla squalifica di Simone Zaza per l’espulsione rimediata contro il Genoa. Il tecnico livornese però recupera Chiellini e non rinuncia alla difesa a tre, che troppe certezze ha regalato alla sua squadra: Bonucci non viene risparmiato, nonostante la diffida, accanto a lui Barzagli e Chiellini. Sulle fasce agiranno Alex Sandro (out per influenza Evra) e Cuadrado, per la prima volta insieme dal primo minuto. A centrocampo spazio a Sturaro, Marchisio e Pogba, in attacco infine scelte obbligate: Dybala e Morata. 

Frosinone-Juventus, formazioni ufficiali:

Frosinone (4-4-2): Leali; Rosi, Russo, Blanchard, Crivello; Sammarco, Gori, Chibsah, Tonev; D.Ciofani, Dionisi.

A disp.: Bardi, Zappino, M. Ciofani, Frara, Bertoncini, Gucher, Longo, Paganini, Soddimo. All.Stellone

Squalificati: –

Indisponibili: Kragl, Gomis, Pryyma, Ajeti, Crivello, Carlini, Pavlovic

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala.

A disp.: Neto, Rubinho, Rugani, Padoin, Hernanes, Lichtsteiner, Pereyra, Lemina. All. Allegri

Squalificati: Zaza (1)

Indisponibili: Mandzukic, Asamoah, Khedira, Caceres

Frosinone-Juventus, le sensazioni prima della partita:

Stellone: “Vorrei giocare anche io, sarà una bella sfida con tanta emozione. Sappiamo bene che sarà difficile, ma si può fare. In casa abbiamo sofferto solo col Napoli, ed era in una giornata di grazia. Dovremo avere corsa, sacrificio, mai abbattersi. Ed essere spietati nelle occasioni. Dovremo fare una gara d’attesa, non possiamo concedergli spazi, anche se hanno le qualità per prenderseli da soli. E se dovessimo andare in svantaggio, non si deve essere frettolosi cercando di rimediare: bisgogna restare sempre in partita con la testa. Come all’andata, in gara fino all’ultimo. I bianconeri sono i favoriti per la vittoria finale. Sono tra le squadre più forti al mondo, in un attimo sono in grado di cambiare le posizioni in campo”.

Allegri“Prima di tutto credo sia doveroso fare un grosso in bocca al lupo a Martin Caceres per quello che purtroppo gli è capitato. L’operazione è andata bene e speriamo di riaverlo con noi, perchè per noi è una grave perdita, prima di tutto come ragazzo e poi come calciatore. Per quanto riguarda domani, non terrò assolutamente conto dei diffidati, l’unico dubbio che ho è Bonucci, se farlo recuperare o meno, perchè ha giocato molte partite. All’andata abbiamo lasciato due punti in casa, tra l’altro il Frosinone, sui 24 gol segnati, ne ha fatti 8 su calci da fermo. Noi siamo stati polli, ma loro hanno anche questa qualità e dovremo ricordarcelo. I tre punti di domani valgono come quelli con il Napoli. Non si può vincere sempre 4-0. L’anno scorso abbiamo passato un periodo vincendo spesso 1-0, ci sono momenti in cui giochi meno bene, ma con queste partite cosiddette sporche si aumentano le probabilità di vincere lo Scudetto. E’ stata comunque una gara che ci ha riportato con i piedi per terra, non ci sono gare facili. Quindici partite fa noi eravamo dodicesimi ed il Napoli settimo o ottavo, quindi le cose possono cambiare in fretta. Non è solo un discorso tra noi due, le squadre che inseguono possono recuperare. Domani è l’ultima partita di un ciclo importante, poi avremo 5 giorni per preparare la sfida con il Napoli”.