SHARE

donadoni

Bellissimo gesto di Roberto Donadoni, attuale tecnico del Bologna: paga i debiti alla famiglia di un ex leggenda rossonera, Mario Angelo Anquilletti.

Da quando Roberto Donadoni si è seduto sulla panchina del Bologna le cose per i felsinei sono migliorate molto: dalla zona retrocessione alla metà classifica, attraverso scalpi eccellenti come quelli di Napoli e Milan e altrettanti pareggi importanti contro Roma e Fiorentina. Il sogno europeo forse non è utopia, si vedrà. Nel frattempo, fuori dal campo, il tecnico ex Napoli si distingue per la sua umanità con un grande gesto.

Donadoni è infatti andato in soccorso della famiglia di Mario Angelo Anquilletti, ex calciatore del Milan che per undici anni aveva svolto il ruolo di terzino per i rossoneri vincendo molti trofei. Anquilletti, purtroppo, nel corso della sua vita ha accumulato moltissimi debiti per via di operazioni di risparmio sbagliate. Debiti di cui persino la famiglia non aveva conoscenza, come spiegato dal figlio al Corriere Della Sera: “Siamo sul lastrico da tempo, ma dei debiti di papà nel dettaglio sapevamo poco, lui teneva tutto per sé. Due giorni dopo ci siamo accorti che anche la casa era ipotecata. Il funerale lo ha pagato un gruppo di amici di un ente di solidarietà veneto”. Una situazione molto dolorosa, con la famiglia di Anquilletti costretta a dover pagare i creditori. E’ proprio in questo momento, però, che l’intervento di Donadoni si rivela decisivo: “Abbiamo provato di tutto, compreso scrivere a Berlusconi. Niente. Poi grazie al cielo ci ha pensato Roberto. Roberto Donadoni. Sì, so che forse preferirebbe restare anonimo ma non m’importa: papà avrebbe voluto così, io lo so. Mio padre andava pazzo per lui, diceva sempre: quel lì sì che al balùn ghe dà el tu, no el lu (quello lì si che da il tu al pallone, non il lei). Ora potrò mettere la casa in vendita, con il ricavato restituirò il denaro a Roberto e col resto cercherò di ripartire. Sarà dura ma ci proveremo”.

Augurando il meglio alla famiglia di Anquilletti, non possiamo che fare i complimenti a Roberto Donadoni che dimostra, ancora una volta, di essere un grande uomo oltre che un valido allenatore.