Questa Inter meglio del Triplete, solo per le espulsioni però

Questa Inter meglio del Triplete, solo per le espulsioni però

Inter

La sconfitta subita ieri al Franchi ha segnato probabilmente un crocevia senza ritorno per l’Inter di Roberto Mancini. Un’inversione di tendenza in questo 2016 che ha fatto crollare i nerazzurri ad un passo dal titolo d’inverno fino all’attuale quinto posto, la posizione più bassa ottenuta dalla squadra dall’inizio del campionato. Un’Inter che sembrava poter gestire la partita per poi ritrovarsi completamente travolta dagli episodi e dai gol di Borja Valero e Babacar. Su tutti però è stata l’espulsione di Alex Telles ha far saltare i nervi della squadra fino a condurla all’inevitabile sconfitta negli ultimi minuti di recupero, diventata ormai una consuetudine nella nuova sbandata Inter del 2016. Con quella di Kondogbia, arrivata oltre il fischio finale per gli applausi ironici del francese nei confronti di Mazzoleni, i nerazzurri hanno fatto segnare un primato di cui Mancini avrebbe fatto sicuramente a meno. Dopo le due di ieri sera infatti, le espulsioni stagionali sono salite già a quota 8, superando a poco più di metà stagione le 7 dell’anno del Triplete.

POCHI FALLI, TANTI ROSSI – A dispetto dei falli fatti (con 330 solo il Napoli ha fatto meglio dei nerazzurri con 310) la squadra di Mancini è la seconda squadra, dietro l’Atalanta a 11, per espulsioni subite. Un trend decisamente negativo che, al netto dei risultati, sta sicuramente influendo sull’andamento della squadra. Con il prossimo cartellino rosso l’Inter potrebbe battere il proprio record di espulsioni (9) in un singolo campionato dal 1994. Era l’Inter di Bagnoli e in seguito di Marini, che arrivò addirittura 13a in campionato ma trionfò in Coppa Uefa.

LA CRONISTORIA DEL CARTELLINO– Una serie di espulsioni partita proprio nella sconfitta dell’andata contro la Fiorentina, aggiornata con la doppia espulsione del Franchi ancora contro la Viola. Eccole in rassegna: Miranda al 31’ del primo tempo in Inter-Fiorentina 1-4 della 6a giornata, rosso diretto per fallo da ultimo uomo sullo 0-2; Murillo al 79’ di Palermo-Inter 1-1 nella 9a giornata (doppia ammonizione); Felipe Melo al 60’ della trasferta vittoriosa (1-0) a Bologna della 10a giornata (doppia ammonizione); Nagatomo al 44’ della sconfitta 1-2 a Napoli della 14a (doppia ammonizione); D’Ambrosio all’86’ della vittoria casalinga 1-0 sul Genoa nella 15a giornata, anche qui per doppia ammonizione; Felipe Melo al 90’ di Inter-Lazio 1-2 alla 17a, rosso diretto per un’entrata a gamba tesa su Biglia; infine, le due espulsioni di ieri sera nella sconfitta 1-2 contro la Fiorentina: Telles, allontanato da Mazzoleni all’83’ per doppia ammonizione, e Kondogbia, rosso diretto a partita concluso per aver applaudito ironicamente l’arbitro.