Mancini: “Da domani siamo in ritiro. Bisogna passare anche da momenti difficili”

Mancini: “Da domani siamo in ritiro. Bisogna passare anche da momenti difficili”

mancini sylvinho

A partire da domani l’Inter resterà in ritiro alla Pinetina per preparare la sfida di sabato sera con la Sampdoria. L’ufficialità è arrivata nel corso del pomeriggio, dopo che nell’aria circolava già la voce circa la volontà di Roberto Mancini e la dirigenza di portare la squadra in ritiro dopo gli ultimi deludenti risultati che hanno visto scivolare l’ex capolista al quinto posto in classifica.

Dopo il silenzio stampa deciso nel dopo partita della gara persa a Firenze, Roberto Mancini è tornato a parlare ai microfoni di Inter Channel. “Ritiro? Sì, stiamo qua da domani per poter lavorare con tranquillità, senza distrazioni e avere la mente libera. Con la Fiorentina è stata una buona gara a parte l’inizio. È un momento un po’ così, bisogna tenere duro e non mollare. Bisogna passare anche da momenti difficili, era andato tutto bene fino a dicembre ma ora dobbiamo essere forti e rialzarci. Il supporto dei tifosi non è mai mancato. È chiaro che quando si perde purtroppo siano delusi e amareggiati”.

Con il fiato sul collo del Milan di Sinisa Mihajlovic, due punti dietro i nerazzurri, l’Inter attende dunque la Samp quartultima nell’anticipo serale di sabato prossimo. Senza gli squalificati Telles e Kondogbia e soprattutto con tanti problemi da risolvere, non sarà semplice riuscire a superare il momento delicato (due soli successi dall’inizio del 2016 in otto gare). Dopo l’ennesima sconfitta maturata negli ultimi minuti di gioco come già accaduto contro Lazio e Sassuolo, ecco dunque la decisione di portare i giocatori in ritiro punitivo. Giornata importante anche sul fronte di vista societario, visto che pare ormai ufficiale l’accordo di rinnovo con la Pirelli per i prossimi tre anni a 10 milioni di euro a stagione, con la regia del colosso cinese della chimica China National Chemical Corporation, nuovo azionista di maggioranza del club del presidente Erik Thohir.