“Time to go Massimo”, Cellino è avvisato: Leeds-Middlesbrough palcoscenico della protesta

“Time to go Massimo”, Cellino è avvisato: Leeds-Middlesbrough palcoscenico della protesta

Massimo-Cellino-Leeds-protest

Tira brutta aria in quel di Leeds per Massimo Cellino, ex patron del Cagliari e ora presidente dei Whites. A dire il vero non è mai stato felice il rapporto tra i sostenitori dello United e l’imprenditore italiano sin dal suo arrivo in Inghilterra, spesso invitato ad andar via dai continui cori dei tifosi del Leeds durante le partite, ma dopo la serata di ieri la situazione sembra essere diventata davvero insostenibile: poco prima del match di ieri sera tra Leeds e Middlesbrough, infatti, un gruppo di tifosi, dopo essersi dati appuntamento all’esterno dello stadio, hanno proiettato direttamente su Elland Road diversi messaggi contro il presidente Cellino. Migliaia i sostenitori Whites che si sono raggruppati all’esterno della tribuna East dello stadio, illuminata da un faro che dall’esterno proiettava frasi e scritte contro la proprietà, oltre ai cori contro Massimo Cellino che si susseguivano durante il match, finito poi in parità: “Massimo, è tempo che te ne vada”, il coro più cantato dai supporters del Leeds.

Prosegue, dunque, la campagna dei tifosi del Leeds contro Massimo Cellino: dopo il cartellone pubblicitario affisso avanti ad Elland Road, è arrivato ieri un altro forte segnale di protesta contro la società. Time to go Massimo’, è questo il nome del gruppo di tifosi del Leeds che ha deciso di allontanare Massimo Cellino dalla gestione del club a loro caro, poiché stanchi, a loro dire, di bugie e speculazioni: “Eravamo qui prima che tu arrivassi, saremo qui anche quando te ne andrai”, questo il loro slogan. Esposti, inoltre, i 17 motivi per i quali Cellino non è più gradito dalle parti di Elland Road, ma intanto il club ha avviato azioni legali contro gli autori della protesta. Tom Banks, uno dei componenti del gruppo ‘Time to go Massimo’, ha però già annunciato che le proteste continueranno e la loro voce non cesserà di farsi sentire anche nel prossimo match casalingo contro il Bolton. Il Leeds ora si trova in sedicesima posizione in Championship: un’altra stagione da dimenticare per i tifosi, che puntano il dito contro Cellino e continueranno a farlo per molto tempo ancora.

Massimo-Cellino-Leeds-protest (1)