I fratelli Piga come Messi-Suarez: sono i realizzatori del primo rigore a due in Italia

I fratelli Piga come Messi-Suarez: sono i realizzatori del primo rigore a due in Italia

fratelli Piga

In Europa impazza la mania del rigore a due dopo l’exploit di Messi e Suarez: ben prima di loro, però, ci avevano pensato i fratelli Piga.

Dopo giorni e giorni, continua a far discutere il rigore a due Messi-Suarez che il Barcellona ha portato in scena contro il Celta Vigo al Camp Nou: tra pareri positivi ed altri contrari, come quello di Luca Marchegiani, si è cercato di far strada tra i possibili precedenti anche per quanto riguarda i nostri campionati italiani. E, in effetti, qualcuno ha effettivamente provato (e portato a termine) la giocata del rigore a due anche in Italia, come rivela Goal.com.

Gli artefici di questa particolare prodezza sono stati, addirittura nel 1974, due fratelli calciatori: Marco e Mario Piga, infatti, hanno calciato e segnato questo tipo di rigore durante una gara di Coppa Italia tra Torres e Olbia. I due fanno parte della squadra di casa, che sta vincendo il match per 3-1: viene assegnato un rigore e la magia ha inizio, come rivelato proprio da uno dei due fratelli, Mario: “Era una soluzione che qualche volta provavamo in gran segreto, quando i compagni erano già rientrati negli spogliatoi dopo l’allenamento. Quella volta a Marco, nostro primo rigorista, sul 4-1 e dopo aver già segnato una tripletta (con un rigore…), bastò darmi un’occhiata. Lui aveva lo sguardo fisso sul portiere, io ho cercato di guadagnare la posizione migliore sulla linea dell’area chiacchierando con gli avversari, distraendoli. Il rigore era giusto, il risultato era acquisito…Planetta sul tocco di Marco si è buttato da una parte e io ho appoggiato dall’altra. Gli olbiesi hanno protestato, qualcuno l’ha presa erroneamente come uno sberleffo e l’arbitro, Bitocchi di Rivoli, tentennava. Ci ha messo almeno un paio di minuti ma quando gli ho sussurrato che rischiava seriamente di fare una figuraccia a livello nazionale si è deciso. Il gol andava convalidato, lo ha fatto”.

Un rischio per i due fratelli, che però di fatto li ha imposti nella storia: chissà se qualcuno avrà il coraggio di replicare, in Italia, le loro gesta.