Champions League: Gent-Wolfsburg 2-3, ‘Lupi’ con la pancia piena troppo presto

Champions League: Gent-Wolfsburg 2-3, ‘Lupi’ con la pancia piena troppo presto

schurrle

La ‘Ghelamco Arena’ di Gand ha ospitato l’incontro Gent-Wolfsburg, valevole per l’andata degli ottavi di Champions League. La gara, completamente a senso unico, ha visto gli ospiti prevalere grazie alla loro superiorità tecnica e tattica, complice anche la sbandata totale dei padroni di casa una volta incassato lo svantaggio.

IL MATCH – Nel primo tempo i ritmi sono elevati, con il Wolfsburg a fare di più la partita e ad avere le occasioni migliori. Il Gent tenta di colpire gli avversari negli spazi con rimesse veloci, riuscendo anche a creare qualche grattacapo ai tedeschi, salvati in una circostanza dall’esperto Dante. I ‘Lupi’ fanno molto possesso palla scatenando la fantasia del terzetto d’attacco schierato da mister Hecking alle spalle dell’unica punta Kruse, il quale alla fine non farà rimpiangere l’assenza di Bas Dost. L’allenatore biancoverde, che deve rinunciare anche a Benaglio, rinuncia pure alla classe di André Schurrle in favore di Arnold e contando anche sulla verve di Julian Draxler: l’ex Schalke è uno dei migliori grazie alla sua abilità nel decentrarsi e tirare verso la porta avversaria, in una fase di manovra che vede l’efficace copertura dei mediani Trasch e Luiz Gustavo oltre alle pericolose incursioni di Arnold ed allo sfondamento operato sulla destra da Vieirinha. Il portoghese più di una volta attua dei precisi traversoni alternandosi al compagno di squadra Jung. Nel Gent in pochi raggiungono la sufficienza, ed il peggiore è senz’altro Mitrovic, autore di più di uno svarione. Le vere occasioni però latitano, resta il predominio territoriale del Wolfsburg oltre all’unica vera azione gol dei belgi attuata con un colpo di testa di Depoitre, ed il trend cambia a pochi minuti dall’intervallo con l’iniziativa personale pericolososissima di Kruse, su cui Sels si supera, e sul gol dell’1-0 per il Wolfsburg siglato da Draxler. Il talento tedesco chiude alla perfezione una combinazione con Vieirinha e buca il portiere avversario senza esitazione per quello che è un vantaggio meritato.

Nel secondo tempo il Wolfsburg accelera ulteriormente, complice l’innesto di Hecking che richiama in panchina Jung per il più offensivo Schurrle. L’allenatore del Wolfsburg capisce che la partita si può vincere, ed il subentrato campione del mondo subito cerca di mettersi in mostra sparando però alto. La squadra di Vanhaezebrouck per cinque minuti tenta di reagire con il solito Depoitre e con Milicevic che scodella al centro, ma da lì in poi è solo un monologo dei biancoverdi: al 54′ arriva il 2-0 targato ancora una volta Draxler, spietato nell’approfittare di una grave disattenzione di Neto, e subito dopo ecco anche il 3-0 realizzato da Kruse, abile nell’anticipare i centrali avversari su un cross di Trasch per il 3-0 dei suoi. Addirittura pochi secondi dopo il centravanti tedesco sfiora la doppietta personale centrando il palo, ma il Gent a sua volta risponde immediatamente con la traversa di Kums dopo un tiro sporcato da Dante. La formazione ospite si rilassa a risultato acquisito tentando di abbassare i ritmi, Hecking infatti rinuncia alla rapidità di Vieirinha a dieci minuti dalla fine, mentre Vanhaezebrouck già al 60′ aveva provato a mischiare le carte cambiando l’attaccante Simon con Matton ed il disastroso Milicevic con Saief. All’80’ c’è il gol del Gent con Sven Kums, lasciato colpevolmente solo a sinistra, ed a ridosso del 90′ il neo-entrato Coulibaly riaccende le speranze per il ritorno: su cross di Saief Dante è anticipato e per il Wolfsburg ci sarà una partita di ritorno meno tranquilla del previsto.

 

GENT-WOLFSBURG 0-3 TABELLINO E PAGELLE

GENT (3-4-1-2): Sels 5.5; Nelsen 5.5, Mitrovic 5, Asare 6; Foket 6, Neto 5, Kums 6.5, Dejaegere 6, Milicevic 5.5 (61′ Saief 7); Depoitre 6 (80′ Coulibaly 6.5), Simon 5 (60′ Matton 5.5)
A disp.: Vendenbussche, Rafinha, Deaux, Gershon
All.: Vanhaezebrouck 6

WOLFSBURG (4-2-3-1): Casteels 6; Jung 6 (46′ Schurrle 6), Knoche 6, Dante 7, Rodriguez 6.5; Träsch 6.5, Luiz Gustavo 6.5; Vieirinha 6.5 (80′ Schafer sv), Arnold 6.5, Draxler 7.5; Kruse 7 (92′ Putaro sv)
A disp.: Grün, Klinger, Bruno Henrique, Azzaoui
All.: Hecking 6.5

MARCATORI: 44′ e 54′ Draxler (W), 59′ Kruse (W), 80′ Kums (G), 89′ Coulibaly (G)
AMMONITI: Kums (G), Luiz Gustavo, Vieirinha (W)

ARBITRO: Svein Oddvar Moen (NOR) 6.5