Islanda, la tradizione prima di tutto: i tifosi vogliono il nome dietro la casacca

Islanda, la tradizione prima di tutto: i tifosi vogliono il nome dietro la casacca

islanda

I tifosi dell’Islanda lanciano una petizione su internet: vogliono i nomi al posto dei cognomi sulle maglie della loro Nazionale.

L’Islanda è stata una delle sorprese più inattese delle qualificazioni ad Euro 2016: la Nazionale del nord Europa ha raggiunto un risultato storico vincendo il suo girone ed entrando così a far parte delle squadre che parteciperanno alla kermesse del Vecchio Continente: i mezzi per vincere, almeno sulla carta, non ci sono ma nel calcio ovviamente nulla è impossibile. Per adesso, l’attenzione dei tifosi islandesi è confluita su un altro aspetto, ritenuto però di grande importanza nonostante l’apparenza poco accattivante.

Infatti, come rivelato da IlPost.it, sul sito iPetitions un cospicuo numero di persone, ben 800, ha firmato una petizione riguardante un dettaglio, evidentemente molto importante, della maglia della Nazionale islandese: molti tifosi vorrebbero che, al posto del cognome, durante la competizione continentale venissero posti nella parte posteriore della casacca i nomi dei calciatori coinvolti nei prossimi campionati Europei. Questo per una scelta che si lega alla tradizione del paese: in Islanda, infatti, normalmente ci si riferisce ad una persona, anche sconosciuta, con il nome proprio. Di conseguenza, si sta cercando di far modificare questo aspetto della maglia per consentire di dare un tocco più tradizionale e personale alla divisa dell’Islanda ad Euro 2016.

In effetti, l’impresa non sembra impossibile: l’UEFA, infatti, non vieta di poter utilizzare il nome al posto del cognome. Sia a livello di club che a livello di Nazionali c’è molta libertà: un esempio può essere quello della Turchia, con i giocatori che normalmente utilizzano maglie con stampato su il nome e non il cognome. Vedremo cosa deciderà la federazione islandese, che ha un mese di tempo per intraprendere una scelta definitiva secondo regolamento UEFA. Vincerà la tradizione o l’omologazione? In ogni caso, l’attesa è spasmodica per l’Islanda, che si prepara a prendere parte per la prima volta ad un campionato Europeo.