Champions League: Roma-Real Madrid, probabili formazioni

Champions League: Roma-Real Madrid, probabili formazioni

dzeko-sassuolo-roma-bayer leverkusen

Prova del nove per la Roma, che dopo quattro vittorie consecutive in campionato sotto la guida di Luciano Spalletti va alla ricerca di gloria in campo europeo. Contro il Real Madrid di Zinedine Zidane non sarà una partita facile, per affrontarla il tecnico di Certaldo punterà sul 3-4-2-1 che l’ha fatto gioire in campionato: ballottaggio serrato in avanti, con Dzeko e l’opzione Perotti falso nueve.

Roma-Real Madrid, le probabili formazioni

Roma (3-4-2-1) Szczesny; Manolas, De Rossi, Rudiger; Florenzi, Pjanic, Keita, Digne; Nainggolan, Salah; Dzeko. Allenatore: Spalletti.

Real Madrid (4-2-3-1) Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Danilo; Modrić, Kroos, Isco; James Rodríguez, Benzema, Ronaldo. Allenatore: Zidane.

Roma-Real Madrid, le parole degli allenatori

Qui Spalletti “Non ci sono favoriti, abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno, cercherò di mettere in campo la miglior formazione per sfruttare questo 50%. Il Real Madrid è quasi lo stesso rispetto a quello che ha vinto la decima Champions League, non sarà facile. Ma non mi stupirei se passassimo il turno. Il Real di oggi riparte meglio rispetto a quello di otto anni fa. Quella era una squadra che ti avvolgeva con il gioco, che giocava palla sui piedi ed era più stritolante sotto l’aspetto del gioco. Questo è più cattivo in certi momenti, ribalta l’azione con una velocità impressionante. Cristiano Ronaldo è uno dei calciatori più forti del mondo, è continuo e può fare sempre la differenza. E’ un calciatore moderno, ha forza, velocità e segna tanti gol. Non costruirò “gabbie” di tre calciatori intorno a lui”.

Qui Zidane “Sappiamo quanto la questa competizione sia speciale per il club, per me e per i calciatori. Abbiamo un po’ di pressione perché siamo il Real, ma è giusto così. I giocatori sono concentrati e questo mi tranquillizza. Noi stiamo bene fisicamente, siamo pronti ad affrontare ogni partita e dare il massimo. Domani giochiamo la prima di una doppia sfida molto importante, ma dobbiamo ricordarci che la qualificazione si conquista nei 180 minuti. Marcelo oggi si è allenato e se sta bene giocherà. Io credo stia bene, lo capiremo con l’ultimo allenamento. Domani valuteremo, ma verrà schierato solo se sarà al 100%. La decisione di continuare a giocare spetta solo a Francesco Totti. Tutto quello che ha fatto finora in carriera è stato spettacolare e quello che ha fatto per la Roma è stato bellissimo. Vediamo se l’anno prossimo continuerà a giocare, ma per noi che amiamo il calcio vederlo in campo è sempre un piacere”.