Allegri: “A Bologna si gioca un pezzo di scudetto”

Claudio Cafarelli
18/02/2016

Allegri: “A Bologna si gioca un pezzo di scudetto”

allegri-conferenza

Domani torna in campo la Juventus dopo la preziosa vittoria contro il Napoli e il sorpasso in testa alla classifica e Massimiliano Allegri ha analizzato la sfida contro il Bologna nella classica conferenza stampa della vigilia. Il tecnico bianconero ha analizzato il momento della squadra e individuato la sfida contro i rossoblu come decisiva per conquistare un pezzo di scudetto: “Il Bayern non pesa assolutamente, ci penseremo da sabato mattina. Però la partita di Bologna è una partita fondamentale per noi, è una di quelle partite che valgono un pezzo di Scudetto perché ci consentirebbe di andare a +4 sul Napoli e aspettare la partita del Napoli che gioca lunedì contro il Milan. Quindi è una partita che va giocata con testa, con tecnica, perchè il Bologna è una squadra che sta facendo molto bene, ha battuto il Napoli, ha vinto a Milano con il Milan, ha battuto la Sampdoria, dopo 20 minuti vinceva con la Lazio 2-0, è una squadra che ha buona tecnica, è ben organizzata, Donadoni sta facendo veramente un gran lavoro, da quando è arrivato lui la squadra ha cambiato pelle e ha trovato oltre che al gioco dei grandi risultati. Dobbiamo essere responsabili dell’importanza della partita, sapendo che sarà una partita difficile perchè tra l’altro il Bologna è una squadra che ha 33 punti, forse qualcosa di più, e non ha niente di perdere perchè la classifica è ottima, ha grande entusiasmo e quindi troveremo una squadra che vorrà batterci perchè vorrà essere la prima squadra che ci batte dopo tante vittorie”.

Allegri ha poi fatto il punto sugli infortunati in casa bianconera: “Cuadrado sta bene, Alex Sandro non ha lesioni, verrà valutato giorno dopo giorno. Sicuramente domani non è a disposizione, ma magari potrà venire a disposizione martedì. Il fatto che non ci siano lesioni è molto importante, ma era strano perchè è stata una situazione particolare, non sembrava un grosso infortunio. Bonucci è a disposizione, ieri si allenato con la squadra. Khedira è un giocatore che devo gestire nel miglior modo perchè le problematiche degli infortuni che ha avuto mi costringono a cercare di gestirlo negli allenamenti e nelle partite. Asamoah rientrerà la prossima settimana, Mandzukic e Chiellini quasi sicuramente – sono monitorati giorno per giorno – saranno a disposizione. Mandzukic quasi sicuramente sabato e Chiellini verrà valutato per la partita di martedì. Pereyra è a posto, ha fatto dei buoni allenamenti e quindi è a disposizione. E’ una risorsa importante in questo momento. Lemina ha avuto un problema di mezza influenza in questi due giorni, oggi valuteremo se è a disposizione o no”.

Allegri parla anche di Zaza, decisivo nella sfida contro il Napoli, e ancora sull’importanza della sfida contro il Bologna: “Zaza non è che si è conquistato il posto da titolare perchè ha fatto gol, ha fatto un gol molto importante, però Zaza lo considero un titolare come gli altri tre. Fino a questo momento ha fatto bene, poi devo fare delle scelte e qualcuno sta fuori. Domani è una partita dove noi abbiamo l’obbligo di prendere i tre punti perchè sarebbero tre punti importanti per la classifica e una vittoria in meno da fare da qui alla fine del campionato. Abbiamo il Napoli a un punto, il Napoli non mollerà di un centimetro. Siamo passati avanti; mentre prima rincorrevamo, quindi l’obiettivo era raggiungere il Napoli e superarlo, ora è quello di mantenere o migliorare la classifica rispetto a quella che è ora. Con il Napoli era una partita non decisiva per lo Scudetto, forse più decisiva per loro che per noi. E la partita di domani è una partita dove non possiamo perdere punti per strada perchè ridaremo forza di nuovo al Napoli, invece noi domani giochiamo innanzitutto con il Bologna che non è una piccola, ma ha una buona squadra, ma soprattutto per fare un’altra vittoria, perchè come dico sempre, mancano 13 partite e bisogna fare un tot di vittorie. Se domani la facciamo, ne mancano meno all’arrivo della quota Scudetto”.