Bologna-Juventus, formazioni ufficiali: out Dybala

Bologna-Juventus, formazioni ufficiali: out Dybala

dybala

Diramate le formazioni ufficiali di Bologna-Juventus, match valevole per la ventiseiesima giornata di Serie A: i bianconeri di Max Allegri arrivano al Dall’Ara per allungare momentaneamente a +4 sul Napoli, impegnato lunedì al San Paolo contro il Milan

Bologna-Juventus, le formazioni ufficiali

Bologna (4-3-3) Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Diawara, Taider; Rizzo, Destro, Giaccherini.

Allenatore: Donadoni.

Juventus (4-3-1-2) Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Pereyra; Zaza, Morata.

Allenatore: Allegri.

Bologna-Juventus, le parole degli allenatori

Qui Donadoni “La capacità di migliorarsi passa anche da questo tipo di partite: se la squadra mette lo stesso tipo di approccio e di intensità in ogni gara a prescindere dall’avversario, meglio crescerà e meno difficoltà troverà. Dobbiamo essere capaci di lavorare molto su noi stessi piuttosto che sugli altri, è l’unica maniera di trarre dei vantaggi. Affrontiamo la prima della classe, la più forte in assoluto in termini di risultati, da parte nostra c’è grande entusiasmo e vogliamo che sempre più spesso il Bologna si cimenti in gare di questo valore, perché vorrebbe dire che il nostro livello è più alto della media. Siamo molto focalizzati su ciò che dobbiamo fare, non vogliamo deludere nessuno. Ci aspetta una partita faticosa, che necessita una grande prestazione, al massimo delle nostre possibilità. La palla va gestita bene, non vanno concesse troppe occasioni: la Juventus vorrà continuare il suo trend positivo, ed anche noi”.

Qui Allegri “Il Bayern non pesa assolutamente, ci penseremo da sabato mattina. Però la partita di Bologna è una partita fondamentale per noi, è una di quelle partite che valgono un pezzo di Scudetto perché ci consentirebbe di andare a +4 sul Napoli e aspettare la partita del Napoli che gioca lunedì contro il Milan. Quindi è una partita che va giocata con testa, con tecnica, perché il Bologna è una squadra che sta facendo molto bene, ha battuto il Napoli, ha vinto a Milano con il Milan, ha battuto la Sampdoria, dopo 20 minuti vinceva con la Lazio 2-0, è una squadra che ha buona tecnica, è ben organizzata, Donadoni sta facendo veramente un gran lavoro, da quando è arrivato lui la squadra ha cambiato pelle e ha trovato oltre che al gioco dei grandi risultati. Dobbiamo essere responsabili dell’importanza della partita, sapendo che sarà una partita difficile perchè tra l’altro il Bologna è una squadra che ha 33 punti, forse qualcosa di più, e non ha niente di perdere perchè la classifica è ottima, ha grande entusiasmo e quindi troveremo una squadra che vorrà batterci perchè vorrà essere la prima squadra che ci batte dopo tante vittorie”.