Bayern Monaco-Darmstadt 3-1, analisi e pagelle: Müller è un mostro!

bayern monaco-darmstadt-muller

Bayern Monaco-Darmstadt finisce 3-1. Match dai due volti: primo tempo sottotono per i bavaresi che incassano il gol di Wagner; seconda frazione con i padroni di casa dominatori assoluti grazie alle loro bocche di fuoco. Müller mette a segno una doppietta e si aggiudica il titolo di migliore in campo”

CHIAVE TATTICA Solita trazione iper-offensiva per il Bayern Monaco: Guardiola disegna una difesa a 3 che rimane tale sono negli schemi, Alaba infatti si spinge continuamente in avanti per garantire la profondità sulla sinistra con Vidal e Rafinha che, a turno, si sganciano all’indietro al fine di garantire il palleggio orchestrato dei bavaresi. Il Darmstadt non si fa però trovare impreparato, mister Schuster ha studiato una formazione contraddistinta da reparti stretti e grande densità; gli ospiti soffrono in fase di non possesso sugli strappi degli esterni del Bayern ma non perdono la calma quando possono orchestrare i contrattacchi. Fondamentale l’apporto della “gigantesca” punta Wagner, ex di turno cresciuto nelle giovanili bavaresi, bravissimo a giocare da “boa” si batte come un leone contro i vari Kimmich e Tasci strappando applausi, soprattutto permette ai suoi di respirare e impostare rapide scorribande offensive sfruttando le distanze, vistose e inattese, tra le linee della formazione di Guardiola.

I PROTAGONISTI Müller è il vero protagonista di Bayern Monaco-Darmstadt. Sonnacchioso quanto basta durante la prima frazione di gioco, si sveglia alla distanza dopo il richiamo di Guardiola negli spogliatoi, al rientro in campo fa subito centro al 49′ e si ripete poco dopo con una splendida rovesciata. Insieme a lui bene anche Arturo Vidal, unico dei suoi a ringhiare su tutti i palloni anche nei primi 45 minuti. Per gli ospiti buona la partita di Wagner, gol dell’ex per lui, che illude il tecnico Schuster e i suoi tifosi.

IL MOMENTO Al rientro dagli spogliatoi il Bayern Monaco è tutt’altra cosa rispetto alla “fotocopia sbiadita” intravista nei primi 45 minuti di gioco. Guardiola sistema l’assetto tattico dei suoi proponendo un più consono 4-1-4-1 che si regge sulla sapiente regia/gioco oscuro di Arturo Vidal a metà campo e le doti tecniche dei vari Müller e Robben. Non un caso che il gol del pari arrivi subito proprio con con il tocco finale del Campione del mondo teutonico, inossidabile simbolo del Bayern Monaco. Di lì in poi il Darmstadt, che stava cullando qualche speranza di uscire dall’Allianz Arena indenne, rincula pesantemente e si ritrova alla mercè dei bavaresi.

LA GIOCATA Müller da “mille e una notte”. Dopo aver messo a segno il gol del pari è sempre lui a dare il colpo di grazia al Darmstadt con una giocata volante da capogiro: su cross dalla sinistra la punta teutonica stoppa la sfera con il petto in mezzo a due avversari e con un rapido movimento di corpo si inventa una “bicicletta” da urlo su cui l’estremo difensore degli ospiti Mathenia non può nulla. Tutto molto spettacolare.

Tabellino Bayern Monaco-Darmstadt:

Bayern Monaco (3-4-2-1): Neuer 5,5; Tasci 5 (54′, Bernat 6), Kimmich 5,5, Alaba 6; Rafinha 5, Vidal 6,5, Douglas Costa 5,5, Coman 5 (53′, Ribery 6,5); Robben 6 (81′, Xabi Alonso sv), Müller 7,5; Lewandowski 6,5. All. Guardiola.

Darmstadt (4-4-2): Mathenia 6; Garics 5,5, Slobodan 6, Caldirola 5,5, Campbell 5,5; Sirigu 5 (73′, Sailer sv), Holland 5,5 (83′, Gorka sv), Kempe 5, Jungwirth 5; Vrancic 5,5 (61′, Rosenthal 5), Wagner 6. All. Schuster.

Gol: Wagner 26′, Müller 49′, 71′, Lewandowski 84′

Ammoniti: Rafinha, Kimmich

Espulsi:

Il grandissimo gol di Müller in Bayern Monaco-Darmstadt

Vai Thomas Müller fai gol e insegna ai tedeschi come si fa a volare ^^ Già doppietta per lui oggi FC Bayern München

Pubblicato da Mai Dire Calcio su Sabato 20 febbraio 2016

 

Stefano Mastini