Allegri: “Io e Guardiola abbiamo molto in comune”

Allegri: “Io e Guardiola abbiamo molto in comune”

allegri-conferenza

Martedì alle 20:45 allo Juventus Stadium di Torino andrà in scena la sfida di Champions League tra i bianconeri di Massimiliano Allegri e la corazzata Bayern Monaco di Pep Guardiola. La Juventus, dopo la vittoria nel finale di partita contro il Napoli e aver conquistato il primo posto in classifica, si è fermata a Bologna, dove non è andata oltre lo 0-0 contro gli uomini di Roberto Donadoni. Allegri e la sua truppa saranno spettatori interessati del match di lunedì sera tra Napoli e Milan, in caso di vittoria gli azzurri andrebbero a scavalcare nuovamente la Juventus nell’infinita sfida che li vede protagonisti in queste concitate fasi del nostro campionato. Martedì, però, c’è l’appuntamento con la Champions, la grande sfida contro un Bayern molto in forma.

Non sarà solo bianconeri contro bavaresi, ma anche Massimiliano Allegri contro Pep Guardiola. Il tecnico della Juventus in queste ore è stato intervistato da Süddeutsche Zeitung, rilasciando alcune interessanti dichiarazioni e ribadendo la sua grande stima e ammirazione per il collega spagnolo. Queste le sue parole: “Ammiro molto Guardiola, il suo Barcellona è stato di una classe mostruosa. Io penso che abbiamo molto in comune. Eravamo entrambi dei centrocampisti, come la maggior parte degli allenatori, ed avevamo una buona tecnica. Personalmente devo dire che non sono mai stato un campione, ma trovo che sia fantastico il fatto che un giocatore di medio livello possa diventare un bravo tecnico. Certo che si studia l’avversario, ma non avrebbe senso rimuginare per 24 ore su questo, mi farebbe impazzire. Ai miei giocatori lo dico sempre: lo schema lo fanno loro. Devono essere contenti di giocare, altrimenti non avrebbe senso scendere in campo. Cerco l’ispirazione riguardo allo schema tattico da utilizzare fino alla vigilia della gara e poi scelgo la formazione, che vado spesso a modificare durante l’incontro”.