SHARE

buffon testa bassa

Ancora una volta Buffon ha mantenuto la sua porta inviolata in Serie A: il suo è un record europeo per questo inizio di anno.

Che Gianluigi Buffon fosse il re dei portieri questo di certo non lo scopriamo in tempi recenti: il portiere della Nazionale ha incantato le platee di ogni parte del globo con le sue parate spesso decisive e fautrici di vittorie. L’età sembra non contare nulla per un vecchio giovanotto ancora vispo nella difesa della sua parte di campo, e di certo la conferma arriva anche da numeri sempre esaltanti generati nella stagione attuale con la maglia del suo grande amore, la Juventus.

Buffon, quest’anno più che mai, sembra essersi specializzato nei cosiddetti “clean sheet”, ovvero le partite terminate senza prendere gol dagli avversari: il 2016 è iniziato da poco meno di due mesi ma Buffon è già il recordman di gare a reti inviolate d’Europa. L’ex estremo difensore del Parma ha infatti concluso ben 8 match in questo principio d’anno senza raccogliere palloni in fondo al sacco: per la precisione, le partite prese in esame sono quelle contro Verona, Udinese, Roma, Chievo, Genoa, Frosinone, Napoli e Bologna. In particolare Buffon non subisce segnature avversarie da ben 7 gare consecutive in Serie A: l’ultimo gol preso dal portierone della Juventus è stato quello di Antonio Cassano a Marassi nella gara contro la Sampdoria giocata il 10 gennaio e terminata con la vittoria per 1-2 degli attuali Campioni d’Italia.

A fare da contraltare, almeno parzialmente, un dato di squadra allarmante ma non troppo in vista del Bayern Monaco: era infatti addirittura dal marzo 2011 che la Juventus concludeva una gara di Serie A senza segnare reti come poi fatto a Bologna. Con un Buffon così, però, è davvero difficile preoccuparsi: il vino buono invecchia dolcemente e Buffon sembra ancora più decisivo oggi che in gioventù. Ancora una volta le statistiche lo impongono come primatista europeo e le sue imprese, a quanto sembra, non sono destinate a terminare: vedremo se il 2016 genererà ancora soddisfazioni per la saracinesca bianconera, mai sazia di successi e ambizioni.