Chelsea-Manchester City 5-1: sciagurato Pellegrini, godono i Blues

Chelsea-Manchester City 5-1: sciagurato Pellegrini, godono i Blues

pellegrini

Termina in goleada l’ottavo finale di FA Cup tra Chelsea-Manchester City. La scelta dell’ingegner Pellegrini di schierare i ragazzini allo Stamford Bridge costa ai Citizens una durissima batosta per 5-1.

CHIAVE TATTICA – Come annunciato dallo stesso Pellegrini alla vigilia, il Manchester City che arriva allo Stamford Bridge è solo un lontano parente, almeno stando ai nomi, di quello che siamo abituati a vedere in campionato o Champions. I tanti impegni ravvicinati hanno “costretto” l’Ingegnere a giocarsi l’ottavo di FA Cup con una manica di ragazzini della primavera e tante seconde linee, in piena polemica con la federazione inglese per non aver anticipato il match. Ben altra interpretazione del match per Hiddink e il suo Chelsea, che vedono proprio nella competizione calcistica più antica del mondo l’ultimo obiettivo per salvare la stagione. In campo i titolarissimi, da Courtois tra i pali, fino a Diego Costa in attacco. Dopo una buona mezz’ora dei Citiziens, bravi a lasciare i pallino ai Blues per poi essere pericolosi in ripartenza, è proprio l’attaccante ispano-brasiliano a siglare la rete che porta il Chelsea in vantaggio. I ragazzini però non crollano, anzi, è proprio il giovanissimo duo d’attacco formato da Ihenacho e Faupala a confezionare la rete del pari. E’ proprio quest’ultimo a depositare in rete sull’assist del compagno di squadra, con il quale ha condiviso le giovanili del Manchester nella passata stagione. Nella ripresa però la classe e l’esperienza dei vari Pedro, Willian, Hazard schiaccia completamente la “meglio gioventù”. I Blues prendono il controllo del gioco, con i soliti tagli e triangoli a ridosso dell’area dei Citizens, grazie al solito sventurato Demichelis, bombardano la porta di Caballero, fino allo straripante 5-1 finale, più l’errore dal dischetto di Oscar.

I PROTAGONISTI – La maledizione della Premier continua, ancora a secco da inizio stagione, ma almeno in FA Cup Eden Hazard torna a fare la parte del fenomeno. Due assist, un gol su punizione e tanti tanti piccoli diamanti disseminati per il prato dello Stamford Bridge. Resta invece sui suoi ottimi standard Willian, che trova anche il gol, a secco Pedro pur risultando tra i migliori in campo. Tra tutti i ragazzi, Pellegrini in difesa ha deciso di affidarsi all’esperienza di Demichelis. La scelta risulta più che contestabile, con l’argentino autore di una prova inguardabile, molto peggio di tanti giovani all’esordio. Tra gli ospiti da sottolineare l’ottimo feeling davanti tra Ihenacho e Faupala, bravi a costruire l’unico gol dei Citizens e a sfiorarne tanti altri.

IL MOMENTO – Dopo il primo tempo finito inaspettatamente in parità, i Blues fanno la voce grossa dopo pochi minuti dall’avvio della ripresa con il gol di Willian. La rete del brasiliano, a cui poi seguiranno quelle di Cahill, Hazard e Traore, chiude i conti della partita con quasi 45 minuti di anticipo.

LA GIOCATA – E’ indubbiamente la serata del belga Eden Hazard. Migliore in campo, a lui la giocata più bella del match. Punizione da meno di 25 metri, posizione centrale. Colpo morbido alla destra della barriera che lascia impietrito Caballero e fa spellare le mani al pubblico dello Stamford Bridge.

IL TABELLINO

Chelsea-Manchester City 5-1 [35’ Diego Costa (C), 37’ Faupala (M),  48’ Willian (C), 53’ Cahill (C), 67’ Hazard (C), 90’ Traore (C)]

CHELSEA (4-2-3-1): Courtois, Azpilcueta, Ivanović, Cahill, Azpilicueta; Obi Mikel, Fàbregas; Pedro (dal 70’) Oscar, Willian, Hazard; Diego Costa (dal 70’) Traore. Allenatore: Hiddink.

MANCHESTER CITY (4-4-2): Caballero, Zabaleta, Demichelis, Adarabioyo, Pablo Zabaleta;  Celina (dal 53’) Barker, Aleix Garcia, Fernando (dal 78’), Manuel Garcia; Faupala, Iheanacho