Marsiglia-Saint Etienne 1-1 analisi e pagelle: Batshuayi salva i suoi all’ultimo respiro

Marsiglia-Saint Etienne 1-1 analisi e pagelle: Batshuayi salva i suoi all’ultimo respiro

 

batshuayi

Termina con un 1-1 maturato nell’ultimissima azione il big match Marsiglia-Saint Etienne, in Francia più noto come OM-ASSE e che rappresenta una grande classica del calcio d’Oltralpe. Tutti nel finale i gol con il vantaggio ospite all’86’ firmato da Monnet-Paquet ed il pari giunto al 94′ con Batshuayi.

LA CHIAVE TATTICA – I padroni di casa si affidano al consueto 4-2-3-1 fatto di fraseggi veloci palla a terra, con l’ex juventino Isla e Manquillo a presidiare le fasce arretrate fornendo spinta e supporto a Thauvin e Nkoudou. Il Marsiglia cerca di fare della velocità unita al possesso palla una delle chiavi di volta del match, ma è proprio Thauvin a venire meno rendendosi poco funzionale, complice un atteggiamento prudente ed organizzato da parte degli ospiti. Il Saint Etienne scende al ‘Velodrome’ con un 4-3-3 meno spregiudicato di quanto sembri ma comunque atto alla realizzazione della manovra, come attesta anche il possesso palla generale del match alla fine non molto lontano da una situazione di equilibrio (57% Marsiglia contro il 43% dei Verdi). Significativo soprattutto l’apporto di Fabién Lemoine in fase di inserimento, mentre in avanti mister Galtier rinuncia all’apporto di Eysseric e sceglie il terzetto Tannane-Soderlund-Bahebeck, mix di rapidità, tecnica e potenza muscolare. Il primo tempo giocato a ritmi molto intensi vede l’Olympique fare più gioco e l’ASSE rispondere con i propri contropiedisti, dando origine ad un incontro divertente nonostante poche reali occasioni da gol.

Nella ripresa Michel toglie il poco ispirato Thauvin per Alessandrini, nel tentativo di dare verve ad una fase offensiva troppo inconcludente, ed anche perché l’ex Rennes più si presta al sacrificio in ripiegamento; infatti giusto qualche minuto prima i padroni di casa restano in dieci uomini per l’espulsione di Nkoulou, questo mette fiducia al Saint Etienne che, dopo aver resistito ad almeno tre attacchi pericolosi prima della superiorità numerica trova il gol all’86’ con il subentrato Monnet-Paquet, inserito da Galtier al posto di Tannane per dare più spessore al proprio reparto offensivo. Le contromosse di Michel avevano visto l’ingresso in campo di Rekik e Batshuayi per lo spento Cabella e l’inconcludente Fletcher, tra gli ospiti invece dentro Hamouma e Cohade, tra gli elementi più importanti della rosa del Saint Etienne, proprio perché l’allenatore dei Verdi capisce che la gara si sarebbe potuta vincere. Il gol arriva, confezionato proprio da Hamouma e Monnet-Paquet, ma il Marsiglia pareggia a fine recupero con Batshuayi grazie alla forza della disperazione

I PROTAGONISTI – Oltre a Batshuayi, che meriterebbe di giocare sempre nel ruolo di unica punta, il solo Nkoudou si è ben distinto tra i padroni di casa: il talento dell’OM non ha mai fatto mancare corsa e spinta, ma ancora una volta queste doti non sono state sfruttate da un reparto offensivo biancoazzurro dove si sente il peso di un centravanti come era Gignac in passato. Nel Saint Etienne ottimo l’impatto dei panchinari subentrati nel secondo tempo, fra i titolari la palma di migliore in campo va all’instancabile Lemoine.

IL MOMENTO – L’espulsione di Nkoulou per un fallo da ultimo uomo a 30 metri dalla propria porta testimonia la scarsa preparazione del Marsiglia in situazioni d’attacco che comportano la perdita di controllo del pallone con relativo contropiede: troppo sbilanciato l’undici di Michel nella circostanza, con il vantaggio numerico che ha galvanizzato un Saint Etienne già di suo parecchio organizzato.

LA GIOCATA – Sono due, relative ai gol: all’86’ c’è il gol che parrebbe decisivo, confezionato dal duo Hamouma-Monnet-Paquet: il primo scappa via sulla fascia sinistra beffando un distrattissimo Lassana Diarra ed in area serve in rasoterra la punta, battere Mandanda alla fine risulta semplice. Batshuayi ristabilisce però la parità al 94′ segnando sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti svettando di testa a centro area, un jolly imparabile per Ruffier.

 

MARSIGLIA-SAINT ETIENNE 1-1 TABELLINO E PAGELLE

MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda 6; Isla 6, Nkoulou 5, Rolando 6, Manquillo 5.5; Diarra 5, Romao 6; Thauvin 5 (62′ Alessandrini 6.5), Cabella 5.5 (72′ Rekik 6), Nkoudou 6.5; Fletcher 5.5 (77′ Batshuayi 7)
A disp.: Y. Pelé, Silva, Diaby, Barrada
All.: Michel 5.5

SAINT ETIENNE (4-3-3): Ruffier 6; Théophile-Catherine 6, Bayal Sall 6.5, F. Pogba 6, Assou-Ekotto 6; Lemoine 7, Selnaes 6.5 (81′ Cohade sv), Pajo 6.5; Tannane 6 (58′ Monnet-Paquet 7), Soderlund 5.5, Bahebeck 6 (75′ Hamouma 7)
A disp.: Pierre-Gabriel, Brison, Moulin, Eysseric
All.: Galtier 6.5

MARCATORI: 86′ Monnet-Paquet (S), 94′ Batshuayi (M)
AMMONITI: Sall (S)
ESPULSI: Nkoulou (M)
ARBITRO: Clement Turpin 6.5