Vialli a Fox Sports: “Totti? Io avrei smesso l’anno scorso…”

Vialli a Fox Sports: “Totti? Io avrei smesso l’anno scorso…”

totti-roma-vialli

L’ex bandiera della Juventus e della Sampdoria Gianluca Vialli, ospite del programma House of Football condotto da Paolo Di Canio a Fox Sports, ha parlato a lungo di Premier League, focus sull’ottavo di finale di FA Cup tra Chelsea e City, e di Serie A esprimendosi sul caso Totti.

VIALLI SU TOTTI Queste le parole di Gianluca Vialli sul conto di Francesco TottiPenso che fossi stato in Totti  avrei smesso di giocare l’anno scorso quando era ancora decisivo e integro. Mi sentivo che prima o poi avrebbe esternato la sua infelicità. Non è giusto ma è quasi normale che avvenga. E’ triste che sia successa questa cosa. E’ stato il giocatore italiano più forte degli ultimi 30 anni ed è stato un errore parlare di rispetto nei confronti di Spalletti perché al di là della sua non titolarità Francesco è rispettato sempre da tutto l’ambiente” gli ha fatto eco lo stesso Paolo Di Canio che ha aggiunto nel merito “Il problema è la percezione individuale. Forse ci si deve accorgere che il campo è diventato lungo e largo e non devo essere sopportato dalla società. La storia di Francesco Totti alla Roma è una storia importatissima ma una cosa così è brutta per tutti“.

Poi la digressione sulla Premier League “Nel primo tempo il City ha fatto un‘ottima figura con giocatori giovanissimi. Ma sembrava desiderasse quasi essere eliminato dalla competizione: un errore gravissimo perchè in inghilterra la FA Cup è considerata importantissima. I giocatori del City hanno già in testa l’arrivo di Guardiola. E’ una cosa difficile da gestire. Crea distrazione nello spogliatoio – Vialli ha aggiunto poi – Hiddink è una garanzia e i risultati potrebbero anche spingere la dirigenza a un rinnovo. Riesce a far rendere i suoi giocatori al meglio anche se è un allenatore in scadenza. Significa che ha grande personalità”.

Sui prossimi impegni europei, un resoconto sulle possibili proptagoniste “Il Tottenham sta facendo una stagione meravigliosa e sente di avere grandi chance. Hanno la miglior difesa della Premier League e tanti giovani. Sono diventati una squadra concreta e hanno un futuro certo a grande livello. Pochettino ha fatto un ottimo lavoro e ha dato concretezza a una squadra che era incompiuta. Il Tottenham è in grado di mettere in difficoltà la Fiorentina. In Europa League sarà un match con grandissimo ritmo e White Hart Lane è uno stadio difficile. Il Bayern Monaco? Senza Boateng e Benatia la Juventus avrà qualche occasione che dovrà sfruttare. Quando pensi così tanto alla fase offensiva inevitabilmente in difesa puoi andare in difficoltà. Se la Juve riuscirà ad ottenere calci piazzati li dovrà sfruttare. Il Bayern è una squadra che gioca con grande fantasia ma i giocatori, dal punto di vista tattico, sono dei robot. Guardiola ha trovato il giusto equilibrio tra disciplina e libertà, fattore fondamentale. I due centrali tedeschi devono essere aggrediti. Io farei giocare Mandzukic perché c’è debolezza in mezzo alla difesa del Bayern. Mandzukic è utile anche, poi, in fase di ripartenza”.

 

 

Stefano Mastini