SHARE

paolillo

Ernesto Paolillo, ex amministratore delegato e direttore generale dell’Inter tra il 2005 ed il 2012, boccia senza mezze misure l’operato di Erick Thohir al timone della presidenza nerazzurra. Per il navigato dirigente barese, il tycoon indonesiano ha fallito su tutta la linea fino ad oggi.

CHE DIFFERENZA – Paolillo ha esternato il proprio pensiero alla trasmissione ‘Tutti Convocati’, affermando: “Thohir e Moratti una coppia di fatto? Si può un pò scherzare su questo loro rapporto; stando alla nuova legge sulle unioni civili non c’è obbligo di fedeltà. Massimo ha fatto ogni cosa con grande passione dal primo all’ultimo giorno in cui è stato il presidente dell’Inter, in lui la passione, l’amore ed il sentimento per questa maglia e questa società hanno sempre pesato nel bene e nel male ogni giorno, ogni volta che c’era da prendere una decisione, dalla più insignificante a quella che ti toglieva il sonno la notte. Ed anche se qualche volta non ha saputo scegliere per il meglio ci ha sempre messo la faccia e ha agito in buonafede”.

NIENTE MORATTI-BIS – Paolillo ha aggiunto: “Si vede in maniera netta la differenza di operato tra Massimo e Thohir. L’indonesiano ha comprato l’Inter perché a suo tempo ha pensato che si potesse trattare di un grande affare, un business in grado di garantirgli cospicue entrate. Ma dal punto di vista oggettivo va detto che fino a questo punto bene non ha fatto. Lo dico da grande tifoso interista, di risultati non ne sto vedendo ed è così da quando Thohir ha preso la società dalle mani di Moratti. Osservando invece la crescita di altri club nello stesso periodo non posso che rimanere deluso dal percorso intrapreso dall’Inter. Un voto all’operato della gestione Thohir? E’ un 4 abbondante per me, ed a Moratti consiglio di non continuare a restare socio di minoranza senza contare più nulla. Possibilità che Massimo torni alla guida dell’Inter? Per me non ce ne sono…”.