SHARE

zarate

Niente sconto per Mauro Zarate, attaccante della Fiorentina. L’argentino infatti non sarà a disposizione di Paulo Sousa per lo scontro diretto di venerdì sera con la Roma al Franchi, dopo che il ricorso presentato oggi dal club viola presso la Corte di Giustizia federale è stato respinto.

I FATTI Nei minuti finali di Fiorentina-Inter, Zarate era stato espulso dall’arbitro Mazzoleni dopo aver preso per il collo il difensore nerazzurro Murillo nel corso di un piccolo alterco. Puntuale per lui era arrivata la squalifica per 3 giornate da parte del giudice sportivo, che aveva evidenziato la condotta violenta del giocatore, scatenando le ire di Paulo Sousa e dello stesso Zarate, che si era sfogato sul suo profilo Twitter giudicando eccessiva la sanzione. Anche il tecnico portoghese non aveva gradito e alla vigilia della sfida di Europa League con il Tottenham, aveva manifestato tutto il suo malumore: “Mi è dispiaciuto molto: nella lettura che faccio io del calcio italiano, era chiaro che sarebbe arrivato a saltare la sfida con la Roma, vedendo anche altri casi simili passati. La mia previsione era giusta, non mi sono sbagliato. Ora toccherà a noi lavorare per attenuare quello che per noi è ingiusto”.

“Ricorso A.C.F. FIORENTINA avverso la sanzione della squalifica per 3 giornate effettive di gara inflitta al calc. Zarate Mauro Matias seguito gara Fiorentina/Inter del 14.2.2016 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Nazionale Professionisti Serie

La Corte Sportiva d’Appello, sentito il direttore di gara, RESPINGE il reclamo”

Dopo aver saltato le partite con Atalanta e Napoli dunque, Zarate dovrà scontare ancora un turno di squalifica e non sarà della partita con i giallorossi di Luciano Spalletti, che aveva sarcasticamente condiviso lo sfogo del collega. “Le parole di Sousa? E’ stato un grande campione, è un grande allenatore. Avrà affrontato queste cose sicuramente, sarà sicuramente come dice lui. Se lo dice lui, è così. Io non sono mai stato un grande campione”, aveva dichiarato, un’uscita che aveva suscitato più di qualche mugugno dalle parti di Firenze.

 

SHARE